Marino, la Meloni e le donne del centrosinistra: detto e… contraddetto

mercoledì 10 Aprile 21:28 - di

Un botta e risposta la dice tutta sulle difficoltà del centrosinistra a Roma. «Noi in giunta vogliamo soprattutto donne. La Meloni? Giorgia è una forza della natura, la prenderei in considerazione…». Il candidato del centrosinistra a sindaco, Ignazio Marino durante la trasmissione Un giorno da pecora su Radiodue non ha nascosto tutta la sua stima per l’esponente di Fratelli d’Italiadicendo che potrebbe entrare a far parte della sua squadra. In un ipotetico duello tra Gianni Alemanno e Giorgia Meloni alle primarie per la scelta del candidato sindaco tra i due, secondo Ignazio Marino, avrebbe vinto la fondatrice di Fratelli d’Italia. «Avrebbe stravinto – ha commentato – Io infatti sarei voluto andare in finale con Giorgia». Ma se Marino dovesse scegliere tra gli esponenti del suo partito la scelta si farebbe più difficile. E infatti, quando dalla trasmissione gli hanno chiesto se Paolo Gentiloni potrebbe fare parte della sua giunta, Marino non ha avuto un attimo di esitazione: «No, noi vogliamo soprattutto donne». Stessa sorte per l’altro suo competitor alle primarie. «Quindi non metterebbe nemmeno David Sassoli», ha incalzato l’intervistatore. «Esatto», è stata la secca risposta. Quindi occhi puntati sulla Meloni. Il riconoscimento al capogruppo alla Camera di FI non può che farci piacere e dà la misura della confusione che regna in casa Pd. «Sono contento – ha osservato Gianni Alemanno – che Marino apprezzi più Meloni che Sassoli e Gentiloni: penso che qualche riflessione in più nel Pd andrebbe fatta su questa preferenza di Marino. I miei avversari mi sembrano marziani estranei alla città». Lapidaria l’interessata che su Twitter ha scritto: «Ringrazio Ignazio Marino per la stima, che ricambio. Ma lo slogan di Fratelli d’Italia era e resta “mai con la sinistra”, “mai un Monti bis”». Due prese di posizioni che hanno spinto a stretto giro di posta Marino a controreplicare:  «C’era un clima scherzoso da Un giorno da pecora. Nel centrosinistra di Roma ci sono competenze adatte per un’ottima giunta». Si è accorto di essersi esposto troppo, rischiando di surriscaldare oltre misura il clima del partito, già rovente,  alla vigilia di un importante appuntamento elettorale.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *