Topi e cinghiali a Roma? Ecco i 10 posti nel mondo lasciati a degrado e animali (VIDEO)

Ecco cosa succede quanto degrado e animali prendono il sopravvento. Quanto riportato nel video in apertura è successo mesi a fa in quel della centralissima Piazza di Spagna di Roma. Poi si è ripetuto poco dopo nell’altrettanto centralissmo quartiere Prati della capitale. E che dire di colombe e corvi che, ancora prima, aggredirono il Pontefice durante l’Angelus domenicale? E dei cinghiali che imperversano in città facendosi beffa del traffico di passanti e automobilisti o dei topi che stanno letteralmente banchettando sui cassonetti stracolmi e tra l’imondizia abbandonata in strade e vicoli? Non c’è null’altro da aggiungere: a parte il fatto che l’ennesimo scempio si è ripetuto poche ore fa, registrato dalla cronaca e dai video sul web, ed è quello del gabbiano, (l’ultimo), che si sgranocchia uno dei tanti roditori a spasso per la città.  Uno stato di degrado e di abbandono che evoca atmosfere inquetanti e scenari disarmanti, di quelli immortalati – uno su tutti • dalle inquietanti sequenze finali del primo – e insuperato – Pianeta delle scimmie, alla scoperta della testa della stiuatua della libertà conficcata nella sabbia in una spiaggia del pianeta governato dai primati… Del resto, in giro per il modno ci sono almeno 10 località aabbandonate dalla epersone e ripopolate – principalmente o esclusivamente – dagli animali, riportati in un esaustivo servizio dal sito https://www.greenme.it/viaggiare/eco-turismo/19532-luoghi-abbandonati-animali. Ecco quali sono.

I 10 posti al mondo abbandonati a degrado e animali

  1. Il New World shopping Mall a Bangkok: era stato, come si evince anche dal nome, un importante centro commerciale, poi abbandonato ormai da 20 anni, e lasciato in balia di abbondanti piogge che, nel tempo, hanno creato una sorta di stagno, regno incontratstao delle zanzere, per combattere le quali sono stati liberamente sguinzagliati i pesci gatto, che ad oggi nuotano indisturbati su una superficie sconfinata.
  2. Le Isole Falkland: le isole dll’arcipelago dell’Atlantico meridionale contese nel 1982 – con tanto di conflitto militare – da Regno Unito e Argentina all’epoca del governo del primo ministro Margareth Thatcher, sono ormai in diverdi casi, territori abitati dai punguini, il cui numero era fortemente diminuito durante il conflitto militare, e che invece alo stato dei fatti sono tornati a popolare vasti territori, diventati il loro habitat naturale. 3
  3. Il Kolmanskop in Namibia: nei lontani anni ’50 l’area era occupata dai minatori riuniti in un casolare e impegnati a lavorare nella miniera di diamanti limitrofa. Oggi quel casolare – e il recinto a cielo aperto circostante della zona – è stata trasformata dall’abbandono e dal trascorrere del tempo nel luogo diaccolgienza dei cavalli selvatici. 
  4. Al confine tra Nord e Sud Corea: in una zona demilitarizzata, vive in esclusiva una nutrita popolazione di uccelli che, per ben 4 chilometri di tragitto, rappresentanto gli unici “abitanti” della zona.
  5. E arriviamo a New York: dove dal 2001 è stato disposto dalle atuorità locali il riciclo di vecchie strutture della metropolitana in funzione di barriere artificiali per le discariche. Una di queste, in particolare, sul versante orientale, ospita una fauna marina di incredibile varietà e densità di concentrazione.
  6. A salo, in Finlandia: la casa abbandonata da un fotografo è diventata la tana di numerosi scoiattoli, da lui puntualmente fotografati.
  7. In Giappone, esattamente a Okinoshima: dove una piccola isola abbandonata dopo la seconda guerra mondiale per via di un deposito di gas velenoso è diventata il ricovero a cielo aperto di generazioni di conigli la cui massiccia presenza, non a caso, ha indotto a ribattezzare il sito naturale proprio “isola dei conigli”.
  8. La città di Pripyat, in Ucraina: è stata evacuata nel 1986 a causa del disastro nucleare che ha cotretto alla fuga i suoi abitanti e le autorità a dichiararla inabitabile per i prossimi 20.000 anni. La situazine non ha impediuto però a cani e altri animali selvatici di ripopolare la città fantasma.
  9. Año Nuevo Island, in California: è un’antica stazione della guardia costiera dismessa dal 1948 e che ad oggi rientra nella riserva naturale gestita dalle California State Parks: l’isola, infatti, detiene un prestigioso primato per la presenza variegata di animali, foche ed elefanti soprattutto.
  10. Il Lago Aral in Asia centrale: un tempo il 4 lago più grande del mondo, oggi completamento secco e asciutto è abitato dai cammelli.