Henderson Island, l’atollo disabitato sperduto nel Pacifico, invaso dai rifiuti (VIDEO)

È la spiaggia più lontana del mondo e fino a poco tempo fa l’atollo di Henderson era uno dei siti incontaminati più belli del pianeta. Non poteva durare a lungo, e di questo erano consapevoli anche i più ottimisti e ferventi ambientalisti: ma che da sito vergine quella spiaggia di sabba bianca e di vegetazione florida diventasse uno dei luoghi più inquinati della Terra, davvero non se l’aspettava nessuno. Non fosse altro per la rtotale assenza dell’uomo sul suio territorio.

Lo scempio: Henderson Island ricoperta di rifiuti di plastica…

E invece l’uomo è riuscito a devastare uno dei paradisi naturali più affascinanti del pianeta anche a distanza: trasformando le spiagge di un’isola sperduta in mezzo al blu profondo dell’Oceano Pacifico in uno dei posti con la più alta densità di rifiuti di plastica mai trovata finora. E le immagini che ne immortalano senza pietà lo scempio dovuto – a quanto sembra dai rilievi e dagli studi condotti fin qui – dalla sua particolare posizione, che la vuole vicino al centro della corrente oceanica del South Pacific Gyre, e che l’ha fatta diventare il punto nel quale finiscono per spiaggiarsi i detriti provenienti dal sud America o gettati nell’Oceano Pacifico dai pescherecci.

L’isola, sperduta nel Pacifio e disabitata, invasa da 40mln di rifiuti

E così, come spiegato anche da diversi studi internazionali dedicati alle spiegge di quello che fino a poico fa era un meraviglioso paradiso naturale nel su del Pacificio, oggi, nonostante l’atollo sia disabitato e si trovi a più di 5.000 chilometri dal centro abitato più vicino, è rovinosamente disseminato di pezzi di plastica ( (ultimamente ne è stata stimata la presenza di 37,7 milioni) assolutamente non bio-degradabili. La domanda, allora, direbbe qualcu’altro, sorge spontanea: ma cosa sarebbe accaduto se l’isola, che fa parte del territorio britannico di oltremare di Pitcairn del Regno Unito, così remota che è visitabile solo ogni 5-10 anni per scopi di ricerca, fosse stata più raggiungibile? Ai posteri – se ancora ne sisterà qualche traccia – l’ardua sentenza…