Bollette da salasso? Ecco tutti i trucchi per risparmiare l’80% su luce e gas

È un fatto che gli italiani vessati da tasse e balzelli come nessun altro paese d’Europa, costretti a tirare la cinghia da anni di crisi interna e recessione internazionale e a relegare nel superfluo ciò che fino a quanche anno fa era considerato magari una necessità, da qualche tempo a questa parte hanno cominciato ad industriarsi su come riuscire a risparmiare sui consumi in modo da non dover più subire bollette massacranti. L’ultima trovata? Arriva da facile.it, che raffrontando i vari servizi e prodotti offerti dal mercato per l’energia, ha analizzato oltre 50.000 richieste giunte al sito dall’aprile di un anno fa fino a quello del 2017. E vediamo cosa ha scoperto.

Bollette, ecco perché si sta più attenti a consumi e costi

Si comincia allora da riscontrare come, crisi permettendo, sia cambiata proprio la responsabilità degli italiani rispetto alla possibilità di ridurre sprechi e consumi, aumentando la percentuale di coloro che vogliono saperne di più per eviutare salassi eveitabili di almeno il 20%, e solo nell’ultimo anno. E allora, che siano residente in Lombardia (il 23% di loro) o nel Lazio (il 16,8%), che più di una persona su tre del campiuone esaminato abbia meno di 35 anni (35%) e che tra gli interessati al risparmio figurino prevalnetemente gli uomini, da poca differenza: tutti sono sul pezzo per capire come e dove abbattere i costi ed evitare gli sprechi.

Ecco suggerimenti e trucchi per risparmiare sulla luce

E adunque, le soluzioni proposte dal mercato e dagli addetti ai lavori sono molteplici ed ognuna garantisce differenti vantaggi, con relativo apporto di benefici non solo per il portafogli, ma anche per la salvaguardia dell’ambiente. Così, per quanto concerne l’energia elettrica, ad esempio, viene suggerito di ricorrere sempre all’utilizzo di lampadine a Led anziché a fluorescenza: in questo modo, infatti, è possibile ridurre i consumi legati all’illuminazione fino al 60%. E ancora, l’installazione di pannelli fotovoltaici, assicura inoltre ai proprietari di autoprodurre energia, con un risparmio medio stimato fino al 60%.

… e consigli e attenzioni per i consumi di gas

Non solo: analizzando offerte e soluzioni varie presenti sul mercato e attenzionate dagli scrupolosi consumatori interessati al risparmio, rispetto ai consumi di gas si può optare per un sistema di riscaldamento geotermico, con un taglio medio della bolletta tra il 60% e l’80%, mentre il solare termico garantisce un abbattimento dei costi di circa il 40%, mentre con un isolamento adeguato della casa si può tagliare fino al 30% dei consumi complessivi. Peraltro, come noto gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici danno inoltre diritto all’Ecobonus: ossia la detrazione del 65% dall’Ires o dall’Irpef (che può salire sino al 75% a seconda dell’intervento) che è stata prorogata fino al 31 dicembre 2017 (fino al 2021 per gli interventi relativi a parti comuni degli edifici condominiali).