Rapporto Usa: nel 2070 i musulmani saranno la maggioranza nel mondo

L’Islam entro il 2070 sarà la religione maggioritaria nel mondo sopravanzando nel giro di qualche decennio la popolazione cristiana in termini di nuovi nati. Fino ad oggi  invece i cristiani rappresentano il primo gruppo religioso nel mondo.  Secondo uno studio dell’Istituto statunitense di ricerche demografiche, Pew Research Center – riportato dal sito dell’agenzia Agi – tra il 2030 e il 2035 i bimbi nati da musulmani infatti supereranno quelli cristiani di un milione di unità (225 milioni contro 224 milioni). Un ‘gap’ che tra il 2055 e il 2060 si allargherà a 7 milioni (232 bimbi musulmani contro 225 cristiani).

Un risultato che sarà possibile raggiungere grazie agli alti tassi di fertilità registrati nei paesi islamici (una media di 3,1 figli a donna contro i 2,7 dei cristiani concentrati soprattutto in Occidente (Europa e NordAmerica), ma anche agli alti tassi di mortalità, soprattutto in Europa dove la popolazione è sempre più vecchia.

“Tra il 2015 e il 2060 – si legge nel rapporto – la popolazione mondiale aumenterà del 32% a 9,6 miliardi. Nello stesso periodo il numero dei musulmani salirà del 70% contro l’aumento del solo 34% dei cristiani”. 

Nel 2015 i cristiani hanno rappresentato il gruppo religioso più importante del mondo con il 31,2% seguiti dai musulmani (24,1%), un 16% di ‘non religiosì, un 15,1% di Indù, un 6,9% i buddisti e uno 0,2% di ebrei.