Anche l’acqua può far male: la dieta liquida manda una donna in rianimazione

Arriva la conferma che qualsiasi cosa, anche quella apparentemente più innocua, può fare male se assunta in eccesso. Come l’acqua fresca, che fa bene se manca all’organismo ma può far male se è troppa rispetto ai sali. Lo dimostra la storia di una casalinga inglese, finita in terapia intensiva dopo aver optato per un regime “detox” radicale e fai da te. I redattori scientifici del British Medical Journal Case Reports descrivono il caso di una donna di 47 anni, finita in terapia intensiva al Milton Keynes Hospital, nel North Buckinghamshire, dopo un drastico regime detox a base di erbe e un eccessivo consumo di acqua e tisane. La paziente ha riposto bene alle cure, ma la sua storia è un monito sui pericoli di approcci di questo tipo, dicono i medici. Metodi diffusi proprio in questo mese dell’anno.

Il cockatil di erbe e tisane 

La paziente in questione aveva assunto un cocktail di erbe e integratori, tra cui: cardo mariano, molkosan, I-teanina, un composto di vitamina B, verbena e radice di valeriana. Secondo i familiari, inoltre, aveva anche bevuto molta acqua, tè verde, e tè alla salvia prima di subire un collasso. Gli esami hanno rivelato livelli pericolosamente bassi di sodio nel corpo. «Il mercato della medicina alternativa è molto popolare nel Regno Unito e il concetto di disintossicazione per il nuovo anno con prodotti del tutto naturali è attraente per chi è meno interessato alla medicina basata sull’evidenza rispetto alla medicina complementare», scrivono i medici. Ma sotto accusa c’è anche l’acqua: «L’eccessiva assunzione come metodo di purificazione e pulizia del corpo fa rima con la convinzione che i prodotti di scarto dannosi possono essere lavati via dall’organismo in questo modo», continuano i medici. Ma nonostante il marketing suggerisca altrimenti, i prodotti totalmente naturali non sono privi di effetti collaterali». E la British Dietetic Association, ricorda la Bbc online, sottolinea come la stessa idea di detox sia una sciocchezza. «Non ci sono pillole o bevande specifiche, patch o lozioni che possono fare un lavoro magico», spiega un portavoce. «Il nostro corpo ha numerosi organi, come pelle, intestino, fegato e reni, che continuamente lo disintossicano dalla testa ai piedi”. Ecco dunque che “essere ben idratati è una strategia sensata, ma bere troppa acqua può essere pericoloso come non berne abbastanza. Suona prevedibile – conclude l’esperto – ma per la stragrande maggioranza delle persone, una dieta equilibrata e una regolare attività fisica sono gli unici modi per salvaguardare e massimizzare la salute».