Il Papa contro i poteri forti: «Scandalo salvare le banche e non le persone»

Papa Bergoglio contro i poteri forti. C’è “una bancarotta” dell’umanità al quale non si vuole porre riparo. Il Papa lancia la sua denuncia nell’udienza ai movimenti popolari. “Cosa succede al mondo di oggi che, quando avviene la bancarotta di una banca, immediatamente appaiono somme scandalose per salvarla, ma quando avviene questa bancarotta dell’umanità non c’è quasi una millesima parte per salvare quei fratelli che soffrono tanto? E così il Mediterraneo è diventato un cimitero, e non solo il Mediterraneo… molti cimiteri vicino ai muri, muri macchiati di sangue innocente”.

Il Papa: «Nel mondo c’è il primato del denaro»

Nel mondo c’è “il primato del denaro” e non quello dell’essere umano. “Chi governa allora? Il denaro. Come governa? Con la frusta della paura, della disuguaglianza, della violenza economica, sociale, culturale e militare che genera sempre più violenza in una spirale discendente che sembra non finire mai. Quanto dolore, quanta paura”

Il Papa ai movimenti popolari: «fate politica»

Il Papa incoraggia inoltre  i movimenti popolari a fare la Politica, quella “con la maiuscola” perché si allarga la forbice tra i popoli e i governi. “Il divario tra i popoli e le nostre attuali forme di democrazia si allarga sempre più come conseguenza dell’enorme potere dei gruppi economici e mediatici che sembrano dominarle. I movimenti popolari, lo so, non sono partiti politici e lasciate che vi dica che, in gran parte, qui sta la vostra ricchezza, perché esprimete una forma diversa, dinamica e vitale di partecipazione sociale alla vita pubblica. Ma non abbiate paura – è l’appello del Papa – di entrare nelle grandi discussioni, nella Politica con la maiuscola”.