Obama: nelle scuole i transgender nei bagni secondo la loro “identità”

L’amministrazione Obama prende posizione sulla disputa circa l’accesso ai bagni nelle scuole per gli studenti transgender e indica a ogni scuola pubblica del Paese di consentire agli studenti transgender di utilizzare il bagno che corrisponde alla loro identità di genere. Lo riferisce il New York Times.

La lettera dell’amministrazione Obama

Stando a quanto riferisce il New York Times, le indicazioni sono contenute in una lettera a firma dei dipartimenti di Giustizia e Istruzione che andrà in circolazione immediatamente e specificherà cosa fare affinché gli studenti non vengano discriminati. Si tratta di fatto di una circolare ministeriale che non ha valore di legge, si sottolinea tuttavia che se le indicazioni non vengono seguite si può essere suscettibili di azioni legali.

Il North Carolina contro Obama

Alcuni giorni fa il North Carolina ha fatto causa all’ amministrazione Obama dopo essere stato accusato di violare i diritti umani ed essere quindi stato invitato a modificare la controversa legge sui bagni a danno dei transessuali, a pena di un taglio dei fondi federali. Lo stato del sud ha respinto l’ultimatum del governo. Secondo la legge dello scorso marzo, i transgender nei luoghi pubblici sono obbligati a usare i bagni corrispondenti al sesso registrato alla nascita.