La prostituzione spiegata ai bimbi: iniziativa choc di un comune milanese

FacebookPrintCondividi

Una campagna con manifesti e volantini per invitare a non andare con le prostitute, riservata agli alunni delle scuole medie (età dagli 11 ai 13 anni). Accade ad Albairate, cittadina in provincia di Milano, dove la locale amministrazione (una lista civica di centrosinistra) ha investito tempo e denaro per sensibilizzare i giovanissimi alunni su un tema scabroso, che dovrebbe essere lontano anni luce da un bambino. Come riporta il quotidiano Il Giorno, i piccoli studenti troveranno a scuola una serie di volantini con slogan decisamente espliciti: «Ma non ti vergogni? Tu che sei uomo vuoi diventare bestia?», domanda a mo’ di sfottò uno scimpanzé indicando il lettore. «Quando paghi una donna a lei dai un prezzo, a te togli valore», recita un altro, con tanto di bilancia che soppesa denari e cuore.

La campagna sulla prostituzione del Comune di Albairate

«La campagna comunale ha un intento provocatorio – fanno sapere dalla giunta di Albairate – oltre che educativo. In molti casi i manifesti saranno sotto gli occhi di ragazzi (nel caso delle classi prime si può tranquillamente parlare di bambini) talmente giovani da non aver ancora affrontato il discorso sulla sessualità tanto temuto da mamma e papà. A pochi giorni dal via ufficiale, la campagna ha già sollevato parecchi interrogativi tra i genitori». E qualche interrogativo lo offre anche sul costo di una iniziativa, che fa discutere più gli adulti che i bambini. Il progetto comunale è, infatti, pronto per essere lanciato ma deve ancora essere discusso dal consiglio d’istituto e dal collegio docenti dell’istituto Erasmo da Rotterdam.