Dopo i 40 una dieta equilibrata è necessaria. Ecco cosa fare

Dopo i 40 tutti a dieta. Già, dannata dieta. Dolore spesso necessario. Obbligatorio dopo i 40. Perchè è il nostro peso. Ed è questione dannatamente importante. E mantenersi in forma è cosa complicata. Insomma, mettersi a dieta è sempre molto difficile. Ancor di più lo è, superata la soglia dei 40. Perché  il corpo non risponde più con prontezza e dimagrire sembra una missione impossibile. Dopo i 40 l’energia bruciata durante il riposo inizia a diminuire, con un conseguente inaspettato aumento del peso. Ecco perché, piuttosto che mettersi a dieta quando è troppo tardi, è meglio darsi delle regole e seguirle sempre con determinazione. Dopo i 40 aumenta il rischio di malattie cardiovascolari e diabete.  Perciò, attenti alla tavola e alla dieta. L’avena è un cereale che fa molto bene a qualunque età, ma più che mai dopo i 40 perché contiene betaglucani, fibre (polisaccaridi) presenti anche nella crusca dei chicchi dell’orzo e in segale e frumento, in grado di ridurre in modo significativo i livelli di colesterolo cattivo nel sangue. 
 Mangiare 3 grammi di avena al giorno può essere sufficiente a ridurre il colesterolo del 5%.Tra i frutti non devono mancare le ciliegie perché, oltre ad essere una ricca fonte di antiossidanti, possono lenire disturbi articolari. Pare che 200gr di ciliegie ogni mattina per colazione eliminino velocemente l’acido urico. Ecco le mandorle, sempre presenti nella nostra dieta: uno studio condotto su 20 adulti ha dimostrato che mangiare 60gr di mandorle al giorno per 4 settimane significa ridurre gli zuccheri nel sangue del 9%: ottima protezione contro le malattie cardiovascolari e il diabete. Un’altra ricerca, invece, ha rilevato che mangiare mandorle può comportare una riduzione dei livelli di colesterolo del 6%. Ovviamente in ogni dieta non deve mancare il pesce azzurro che, ricco di acidi grassi omega 3, fa bene alla salute del cuore. In alternativa, per chi non mangia pesce, come i vegetariani e i vegani, ci sono il tofu, i semi e l’olio di lino, noci, cereali e alghe. Le alghe hanno proprietà nutritive eccezionali e fanno bene al cuore. E per concludere, tra gli ortaggi, non dimentichiamo i pomodori: la migliore fonte di licopene, efficace antiossidante essenziale nella lotta contro i radicali liberi. Oltre a proteggere le arterie e prevenire gli ictus, i pomodori contrastano la formazione delle cellule tumorali.