Compito choc sul libro di fisica: “Se un sasso è lanciato dal cavalcavia…»

La notizia è singolare e ha fatto il giro del web. Un genitore ha pubblicato su Facebook una foto che riprende la pagina di un libro di fisica utilizzato da suo figlio e adottato al secondo anno di un liceo scientifico romano. “Sasso dal cavalcavia!”. Si parte dall’assunto che si lancia un sasso dal cavalcavia per arrivare alla domada finale “l’auto viene colpita?”. Ecco il testo del problema che ha pubblicato il signor Luigi De Rocchi: «Un sasso è lanciato da un cavalcavia alto 12 m, in verticale verso il basso, a una velocità di 1,8m/s, mentre sta sopraggiungo un’auto. Se l’auto si trova a 82 m dal cavalcavia e sta viaggiando a velocità costante di 125 km/h quando il sasso è lanciato l’auto viene colpita?».

“Se un sasso è lanciato dal cavalcavia…”:  le reazioni

Luigi De Rocchi non si è limitato a pubblicare il testo del problema, ma ha anche commentato: «Adesso ditemi voi se è possibile che sul libro di fisica ci sia un esercizio nel quale, per far pratica sul moto uniformente accelerato, si faccia uso di uno scenario come questo… un idiota che si diverte a lanciare i sassi da un cavalcavia dovendo verificare se il suo sasso colpirà o meno un’auto che transita al di sotto… Io dico che non c’è davvero limite a nulla». Gli aggettivi più usati nei post da parte dei commentatori sono stati: “Vergognoso”, “inaccettabile”, “raccapricciante”, “allucinante”. Il signor De Rocchi ha assicurato di aver segnalato la questione al rappresentante di classe e di aver informato l’istituto.