Niente più bacon ai ragazzini inglesi nelle scuole: offende islamici ed ebrei

Niente bacon nelle mense scolastiche, niente più carne di maiale. Fa discutere, in Gran Bretagna, la scelta adottata dal governo locale della circoscrizione di Islington, a Londra nord, di bandire ogni portata a base di maiale per non infrangere le prescrizioni religiose dei sempre più numerosi studenti musulmani ed ebrei. Il bacon, si sa, è una sorta di monumento culinario nazionale per gli inglesi. Se non si chiama “sottomissione”…

Bacon della discordia

Via salsicce o pancetta, dunque, ma non solo per bambini di religione ebraica o musulamana, ma proprio per tutti. Esagerato, certo, che un bambino inglese non possa mangiare un cibo riconoscibile come nellas ua idendità culinaria -familiare oltrechè nazionale.  Ma più sconcertante è la spiegazione fornita dalla direzione delle scuole per giustificare il tutto. «Dalla direzione, infatti, difendono la scelta dell’esecutivo laburista che governa Islington: «Bimbi in tenera età, fino a quattro anni, potrebbero avere problemi a riconoscere i cibi che contengono carne di maiale, contravvenendo alle disposizioni etiche della propria religione di appartenenza. In tempi di crisi economica, impiegare il personale per controllare i bimbi uno ad uno rappresenta una spesa superflua che non ci possiamo permettere», leggiamo sul sito del Giornale che riporta la notizia recente, anche se da tempo è in atto una vera e propria “retrocessione” dai propri usi e costumi, una sorta di “autodeclassamento”, che la civiltà occidentale sta operando su se stessa.

Anche i libri si adeguano

In rivolta i macellai fornitori delle scuole, ma anche le famiglie, le associazioni degli amanti degli animali. Del resto già sconcertò poco più di un mese fa la notizia del divieto di scrivere di salsicce, carne di maiale e bacon e di mettere disegni e foto al riguardo nei libri per la scuola e per l’università. A chiederlo fu nientemeno che la casa editrice della prestigiosa Oxford University ai suoi autori in quanto i libri per gli studenti devono mantenere rispetto e attenzione per gli appartenenti a tutte le religioni. Anzi, l’editore si raccomandava di vietare anche i personaggi dei fumetti e dei cartoni, ad esempio la ben nota anche in Italia Peppa Pig: d’altro canto è un maialino…