Un sondaggio spiega i 7 motivi per cui le italiane si sentono infelici

Un sondaggio internazionale per misurare la felicità delle donne in 30 domande. A lanciarlo, lo scorso 8 marzo, è stata la rivista Elle, coinvolgendo online le lettrici delle sue 44 edizioni nel mondo. I risultati della ricerca saranno pubblicati, in Italia, sul numero mensile che uscirà mercoledì, ma il Corriere della Sera già oggi ne anticipa una parte. Ne emerge una fotografia delle italiane che ha poco a che vedere con il volto solare del ministro Maria Elena Boschi ovvero con l’icona dei “giovani, carini e sorridenti” con cui il governo Renzi vorrebbe far identificare il Paese. E che invece ricorda, molto più da vicino, il mood grigio di Mercoledì Addams.

Le italiane sono fra le meno felici

Il dato più rilevante è quello complessivo: solo il 35% delle italiane si considera felice. Per avere qualche termine di paragone, le canadesi lo sono nel 91% dei casi, le olandesi nell’88, le tedesche nel 73% e le “cugine” spagnole in un 75% che noi neanche ci sogniamo. Risulta, inoltre, che le italiane sono poco ottimiste, determinate ai minimi sindacali, insoddisfatte croniche di loro stesse. Soprattutto, risulta che, se continuano a credere nella loro vita, dichiarando più del 60% di fiducia nel proprio futuro, credono davvero poco nel loro Paese: più del 70% dice di non farlo.

La frustrazione di non avere tempo per sé

E qui si arriva al nodo sociale di maggiore interesse dell’indagine, perché emerge che il vero fattore di frustrazione per le italiane è l’impossibilità di trovare un equilibrio tra la vita privata e quella lavorativa (che non a caso non appaga), di venire a capo insomma di quella che va sotto la definizione di “conciliazione dei tempi“. Una sfida che per le italiane risulta così onerosa che molte di loro, ormai, neanche provano più ad affrontarla, finendo per rifugiarsi totalmente nella vita privata. Con grave danno all’economia complessiva del Paese, che per diversi studiosi andrebbe misurata in FilFelicità interna lorda, e non più (o almeno non più solo) in Pil.

Ecco i sette “pilastri” dell’infelicità:

1) Solo il 35% delle italiane si dice felice

2) Solo il 24% è pronta ad affrontare nuove sfide

3) Solo il 36% circa si dichiara felice della sua vita professionale

4) Il 71% dice di essere felice della propria vita familiare

5) Il 32% vorrebbe pensare di più alla carriera

6) Il 20% vorrebbe pensare di più ai figli

7) Il 49% vorrebbe poter pensare di più a sé