Saman Abbas, la Corte d’Assise: altamente probabile che quei resti appartengano a lei

22 Nov 2022 14:01 - di Roberto Frulli
Saman

Saranno la celebre specialista anatomopatologa Cristina Cattaneo, che già in passato si è occupata di vari casi di cronaca, e l’archeologo forense Dominic Salsarola entrambi nominati periti dalla Corte di assise di Reggio Emilia per le analisi medico legali a esaminare i resti ritrovati a Novellara e che si ritiene possano essere di Saman Abbas, scomparsa nella notte tra il 30 aprile e il 1 maggio 2021.

La Corte ritiene “altamente probabile” che quei resti umani appartengano alla giovane pachistana ammazzata dal padre e dallo zio perché non voleva uniformarsi ai costumi della famiglia e voleva vivere come un’occidentale: “Il luogo del rinvenimento e l’accurato sotterramento portano a ritenere – scrive la presidente della Corte, Cristina Beretti, accogliendo la richiesta di incidente probatorio urgente della Procura di Reggio Emilia – altamente probabile che si possa trattare del corpo della giovane donna”.

Per questo domani la Corte conferirà l’incarico alla Cattaneo e a Salsarola per procedere alla rimozione del corpo, determinare l’identità e accertare le cause della morte.

Ad indicare il luogo dove scavare è stato lo zio di Saman Abbas,  Danish dopo che il padre della ragazza è stato arrestato in Pakistan per una truffa. Ora si spera che possa essere estradato in Italia.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA