Vertice Meloni-Berlusconi: “Andremo insieme al Colle. Il governo sarà forte e di alto profilo”

17 Ott 2022 19:02 - di Stefania Campitelli

Pace fatta. L’atteso faccia a faccia tra Giorgia Meloni e Silvio Berlusconi nella sede di Fratelli d’Italia a via della Scrofa si è svolto in una clima di “massima cordialità e collaborazione”, fanno sapere fonti di FdI e Forza Italia al termine dell’incontro. Unità di intenti è la parola chiave del vertice tra il leader azzurro e la premier in pectore che ha ricevuto il Cavaliere nella sede che fu del Msi prima e di An poi. Archiviato l’incidente di percorso al Senato. Delusi gli analisti che in queste ore hanno discettato di divisioni insanabili, di maggioranza spaccata, di governo con i giorni contati.

Vertice Meloni-Berlusconi: andremo insieme alle consultazioni

Dissipato anche il ‘giallo’ sulle consultazioni al Colle, che hanno tenuto impegnata la stampa nel fine settimana. I due partiti  si presenteranno uniti, con le altre forze della coalizione, alle prossime consultazioni con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. E sono al lavoro – continua la nota congiunta – per dare il più presto possibile all’Italia un governo forte, coeso e di alto profilo. Che si metta subito al lavoro per affrontare le urgenze”. Nel corso dell’incontro, durato circa un’ora, i due leader hanno fatto il punto sui dossier economici più urgenti, a partire dal caro energia, tema che, tra l’altro, sarà al centro del prossimo Consiglio europeo.

Berlusconi: ho incontrato Giorgia, stiamo lavorando insieme per l’Italia

Berlusconi, uscito dalla sede di FdI senza rilasciare dichiarazioni, affida a Facebook il suo commento a caldo. “Ho incontrato Giorgia Meloni a Roma. Stiamo lavorando insieme per dare il più presto possibile all’Italia un governo forte, coeso e di alto profilo. Che sappia affrontare le urgenze sin da subito. Per questo motivo, Fratelli d’Italia e Forza Italia si presenteranno uniti, con le altre forze della coalizione, alle prossime consultazioni con il presidente della Repubblica”, scrive l’ex premier. Confermando che l’incontro è stato utile per tracciare un bilancio delle priorità “che il nuovo governo dovrà affrontare, a partire dal caro energia”.

Parola d’ordine: rispettare il mandato degli elettori

L’elezione compatta del presidente della Camera aveva già archiviato di fatto le tensioni del giorno a Montecitorio. Nella giornata di ieri ci sono stati diversi contatti telefonici tra Meloni e Berlusconi. Accomunati dalla volontà di mettere da parte le tensioni. E lavorare, come la leader di Fratelli d’Italia ripete da giorni,  insieme per il nuovo governo in tempi rapidi. Per dare all’Italia un esecutivo di alto profilo  che non perda tempo nel dare le risposte che i cittadini si aspettano in una stagione particolarmente complessa. Obiettivo prioritario: mantenere responsabilmente l’unità della coalizione, uscita maggioritaria dalle urne. Nel fine settimana in tanti hanno lavorato per il lieto fine.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA