Nuove minacce Br alla Meloni a Mestre: “Questi i risultati dell’odio politico di sinistra”

15 Set 2022 16:20 - di Marta Lima

Nella città italiana tra le più colpite dalla furia omicida della Brigate Rosse, negli anni Ottanta, in quella Mestre operaia nella quale il terrorismo di sinistra ha fatto piangere almeno tre famiglie, compaiono nuove scritte minacciose contro Giorgia Meloni, minacce firmate dall’inequivocabile marchio delle Br. Una settimana fa, analoghe minacce erano arrivate a Trento, in una lettera arrivata al quotidiano “L’Adige”.

Br minacciose con la Meloni anche a Mestre

Meloni come Moro” e” Meloni preparati”, è stato scritto sui muri della cittadina veneta, con vernice rossa sui cartelloni elettorali e sui manifesti con le foto della leader di Fratelli d’Italia, con stella cerchiata a 5 punte come firma. L‘allarme è scattato grazie alla denuncia di Raffaele Speranzon, candidato di Fdi e capogruppo consiliare veneto: “Sono minacce che fanno venire i brividi se pensiamo che nella nostra città sono state ben tre le vittime per mano delle Brigate Rosse: Alfredo Albanese, Giuseppe Taliercio e Sergio Gori. Tutto questo in v iale Garibaldi a Mestre, a 100 metri da dove è stato assassinato Sergio Gori ed a poche centinaia di metri da dove è stato assassinato il commissario Alfredo Albanese”.

Meloni e Fazzolari: “L’odio politico alimenta i terroristi”

“Quando esponenti politici e delle istituzioni usano parole come ‘dovranno sputare sangue’ contro i propri avversari, poi qualcuno può prenderli in parola. Il 25 settembre confido negli italiani per rispondere alle loro campagne d’odio”, scrive il presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni su Twitter, postando le foto di manifesti elettorali coperti di scritte.
“Solidarietà a Giorgia Meloni per questa ulteriore gravissima minaccia firmata BR con la scritta ‘Meloni come Moro’ apparsa a Mestre. Questo episodio si somma a numerosi altri di pari gravità e sono frutto del clima di odio scientificamente creato dai partiti di sinistra e da una certa stampa irresponsabile. Mi auguro che questi personaggi che stanno alimentando l’odio e la violenza in Italia, vogliano avere la decenza di esprimere la solidarietà a Giorgia Meloni ed abbassare i toni”, dice il senatore di Fratelli d’Italia, Giovanbattista Fazzolari.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA