Meloni a Letta: non hai senso del ridicolo, tu vuoi spiegare a me cosa vuol dire essere donna?

15 Set 2022 17:37 - di Redazione

Enrico Letta torna a provocare Giorgia Meloni sul tema delle donne. E proprio nel giorno in cui la sinistra imbastisce una infondata gazzarra sulle parole della leader di FdI a proposito di aborto. Meloni ha sottolineato che la 194 va applicata nella sua interezza per garantire davvero diritto di scelta alle donne, non solo a quelle che vogliono abortire ma anche a quelle che non vogliono farlo. parole stravolte dalla propaganda di sinistra che continua a parlare di una inesistente volontà di demolire la legge sull’interruzione di gravidanza.

E’ in questo contesto che Enrico Letta afferma: “Lo dico a Giorgia Meloni: non basta essere donna per fare politiche per le donne. Contano le proposte e i fatti concreti che si mettono in campo. Per le donne la parola chiave è libertà”. Così su twitter postando uno stralcio di un’intervista a Grazia.

Un tweet cui Giorgia Meloni ha così replicato: “Enrico, ma veramente dopo che hai tentato di spiegarmi come devo fare la destra ora vuoi tentare di spiegarmi cosa significhi essere una donna? Ma ce l’hai un senso del ridicolo???“.

Il segretario dem ha ancora attaccato: “Da una parte c’è chi vuole l’omologazione, la Meloni l’ha detto: Dio, patria e famiglia. E’ un modello che ha autorizzato tanti soprusi”. Letta – ha commentato Fabio Rampelli – “prosegue il suo percorso per allontanare la sinistra dalla realtà. Le antiche battaglie per difendere i diritti sociali sono state ormai interamente sostituite da quelle per i diritti civili e hanno reso la sinistra italiana irriconoscibile agli occhi del suo zoccolo duro. Oggi è il giorno dell’attacco ai padri costituenti, democristiani, comunisti o socialisti, che introdussero nella Carta all’art.29 il riconoscimento dei diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio. Un articolo sul quale Aldo Moro e Nilde Jotti si confrontarono… Il segretario del Pd ha addirittura affermato che il modello che propone Fdi di ‘Dio-Patria-Famiglia’ non è il modello giusto. Sarebbe del passato e avrebbe autorizzato tanti soprusi. Parole severe che lasciano trapelare lo stato di confusione cronico in cui versa la sinistra italiana”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA