Dopo Omicron 5 arriva anche in Italia l’incognita “Centaurus”. Più contagiosa ma meno letale?

1 Ago 2022 18:19 - di Alessandra Parisi

In Italia continua a crescere la sottovariante covid Omicron 5 di Sars-CoV-2, ormai predominante. Ma è comparsa anche BA.2.75, il sottolignaggio di Omicron 2 ribattezzato dai social “Centaurus”. “Era ovvio che la nuova variante arrivasse anche in Italia per le sue caratteristiche di diffusività. E, come abbiamo visto anche per Omicron – ha spiegato il virologo Fabrizio Pregliasco – potrebbe essere protagonista di una ondata successiva nel prossimo futuro”.

Dopo Omicron 5 arriva Centaurus, esperti divisi

“Una rondine non fa primavera. Tra 10 giorni sapremo se” Centaurus “sta davvero penetrando sul territorio e avrà la forza di scalzare BA.5, e non è detto”. Così Mauro Pistello, direttore dell’Unità di virologia dell’azienda ospedaliera universitaria di Pisa. Tra i fondatori della rete di sequenziamento dell’Istituto superiore di sanità. “Quindi serve una vigile attenzione anche durante agosto”. Gli esperti, come sempre, si dividono tra cautela, allarmismo e normalizzazione.

Gismondo: più contagiosa ma non grave

“La variante Centaurus sembra essere più contagiosa ma meno grave”, spiega all’Adnkronos Salute Maria Rita Gismondo,  dell’ospedale Sacco di Milano. “Le notizie che ci arrivano dai Paesi nei quali la sottovariante BA.2.75 è già presente dicono che si comporta con grande contagiosità. Ma senza un incremento di patologia. Addirittura, sembra meno patogena. È probabile che si diffonda anche in Italia, come successo per i mutanti precedenti. Ma possiamo stare molto tranquilli: è lo ‘sciame’ normale di varianti che il virus utilizza per endemizzare”, ha sottolineato l’esperta.

Bassetti: più contagiosa ma meno letale

Per nulla spaventato Matteo Bassetti. Il primo caso della sottovariante di Omicron 2, BA.2.75, “in Italia non è una spia d’allarme. Ma una cosa assolutamente normale. Non dobbiamo fare quello che abbiamo fatto fino ad oggi. Ma avere un atteggiamento più maturo. La ribattezzata ‘Centaurus’ è più contagiosa ma non ha maggiore letalità. I dati ci dicono che la vaccinazione copre le forme più gravi di malattia”.

Ricciardi: possibile picco di mortalità dopo l’estate

“Centaurus sembra essere più contagiosa. Ma per confermarlo servono dati. Non possiamo ancora dire nulla. Dobbiamo aspettare e valutare, sia per la diffusività sia per l’impatto”. Massima cautela da Walter Ricciardi, consulente del ministro Speranza. “Ci sono elementi di preoccupazione legati alla consistenza delle mutazioni, che sono tante e riguardano la proteina Spike”, aggiunge non escludendo un picco di mortalità dopo l’estate. “I tanti decessi che ancora si registrano rappresentano un livello di preoccupazione e di allarme elevate. Se ci arriviamo con la bassa copertura vaccinale della quarta dose e con misure di sanità pubblica saltate, ci può essere davvero un picco di mortalità preoccupante”. In questa pandemia, conclude Ricciardi, “il susseguirsi delle varianti è conseguenza del fatto che abbiamo smesso di combattere il virus. E questo gli dà spazio per diffondersi e per variare”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA