FdI boccia le “priorità” del governo: via dall’agenda cittadinanza facile e droga libera

29 Giu 2022 18:34 - di Marta Lima

FdI ha chiesto di cancellare dal calendario dei lavori della Camera la discussione delle proposte di legge sulla cittadinanza facile agli immigrati (lo Ius Scholae) e sulla liberalizzazione della droga, che la maggioranza ha posto in agenda come priorità a Montecitorio nel dibattito, fin da oggi. 

Ius Scholae e droga non sono le priorità per FdI

“Due provvedimenti ideologici e fuori dal mondo, portati avanti da una sinistra Pd-Cinquestelle ormai lontana anni luce dal mondo reale e dai problemi concreti dei cittadini. La volontà della maggioranza Draghi di impegnare il Parlamento su questi temi è un’offesa agli italiani alle prese con una crisi economica senza precedenti, alle imprese in ginocchio e alle famiglie strette nella morsa del caro vita”, scrive su Fb Giorgia Meloni, che fa riferimento a una precisa richiesta, formulata oggi alla Camera, dal capogruppo di FdI Francesco Lollobrigida.

“Mentre imprese e cittadini sono in ginocchio davanti una grave crisi economica, caratterizzata dal caro carburante e dagli aumenti in bolletta, la sinistra al governo porta in Aula le sue priorità: cittadinanza facile agli immigrati e legalizzazione degli stupefacenti. Come sempre, totalmente sconnessi dalla realtà”, ha aggiunto la Meloni su Fb.

Sullo stesso tema Matteo Salvini aveva minacciato la maggioranza di cui fa parte: “Incredibile, vergognoso e irrispettoso per gli italiani. In un momento di crisi drammatica come questo, la sinistra mette in difficoltà maggioranza e governo insistendo su cittadinanza agli immigrati e cannabis anziché occuparsi di lavoro, tasse e stipendi”. E nel corso di un vertice pomeridiano, ai suoi Salvini ha detto: “Mentre gli italiani hanno problemi di stipendi e pensioni basse, di mutui che salgono e bollette sempre più care, PD e 5Stelle vogliono approvare due leggi su droghe libere e cittadinanza facile per gli immigrati”, chiedendo alla maggioranza di fare un passo indietro.

Lollobrigida: “C’è una crisi, l’esecutivo è irresponsabile”

“Registriamo l’irresponsabilità del governo Draghi che oggi, di fronte a una crisi economica, all’aumento dei prezzi, a una situazione drammatica per gli italiani, porta in aula la liberalizzazione della droga e la cittadinanza agli immigrati: queste sono le priorità della Maggioranza– ha detto in aula Francesco Lollobrigida -.  Fratelli d’Italia chiede al Parlamento di discutere della realtà economica e rende corresponsabili tutti quelli che appoggiano un governo e una maggioranza che si è data queste priorità. Chiediamo di cancellare dal calendario di questa Aula questi obbrobri, non è il tempo e il momento di parlare di argomenti che non siano le strategie e gli interessi degli italiani. Alle forze politiche che si sono battute con noi contro questi temi, chiediamo di evitare che, con la loro complicità, passino norme che violano i principi più importanti della nostra cultura”.

Al Senato, intanto, con 103 voti contrari e 80 sì l’aula di palazzo Madama non ha approvato l’emendamento presentato da Fdi al ddl di delegazione europea 2021 che chiedeva di escludere dalla direttiva Bolkestein i balneari.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA