Crisanti: «Non ha più senso mantenere il green pass. Ad aprile lo abolirei del tutto»

venerdì 11 Marzo 16:56 - di Giorgia Castelli
Crisanti

Che fine farà il super green pass dopo il 31 marzo, con la fine dello stato di emergenza Covid? «Con tutti questi vaccinati non ha più senso mantenerlo, anche perché l’Italia non è che abbia fatto molto meglio di altri Paesi che non l’avevano adottato. Io, dal 1° aprile, abolirei del tutto sia il super che il green pass». Lo ha detto a Un giorno da pecora su Rai Radiouno il virologo Andrea Crisanti, direttore del Dipartimento di medicina molecolare dell’università di Padova.

Crisanti: «Possiamo ospitare i profughi senza rischi»

«Tutto finirà quando le persone tra i 12 e i 60 anni si saranno ripetutamente immunizzati» contro Covid-19, «o con vaccinazioni o con infezioni, e via via che invecchiano mantengono il livello di protezione. Cosa che succederà tra qualche anno, non subito, diciamo tra due o tre anni».

L’accoglienza dei profughi ucraini potrà portare a un aumento dei numeri di Covid-19 in Italia? «Nel nostro Paese abbiamo circa 60mila casi di Covid al giorno. Supponiamo di ospitare 50mila rifugiati ucraini e che il 10% sia infetto: sarebbero 5mila e non avrebbero nessun impatto sulla nostra situazione. Non bisogna avere paura di questa possibilità, possiamo ospitare queste persone senza rischi».

Bassetti: «In Italia ideologia su divieti e restrizioni»

Nei giorni scorsi si era mostrato critico anche Matteo Bassetti, direttore delle Malattie infettive del policlinico San Martino di Genova. «La capacità e la velocità di alleggerire le misure restrittive per il contenimento del Covid sono direttamente correlate alla adeguatezza di chi dovrebbe decidere. Spiace constatare che in Italia, nonostante sia uno dei paesi più vaccinati d’Europa, prevalga un atteggiamento ideologico e non scientifico nei confronti dei divieti e delle restrizioni». Bassetti aveva fatto il punto in un post su Facebook volgendo lo sguardo alla situazione nel resto d’Europa.

I Paesi che hanno annunciato il superamento delle misure

«Altri Paesi europei hanno già annunciato il superamento delle misure di contenimento. Dal prossimo 14 marzo in Francia non ci sarà più l’obbligo di indossare la mascherina, al chiuso e all’aperto, e di presentare il green pass. Anche la Germania da metà marzo non chiederà più il green pass per bar, ristoranti, hotel ed eventi all’aperto fino a 25mila partecipanti». «E in Italia? Si contrappone l’ideologia al pragmatismo guidato da scienza e vaccini».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *