Quirinale: Salvini indica scheda bianca, ma FdI si smarca e decide di votare Guido Crosetto

26 Gen 2022 12:16 - di Redazione
Salvini

Per il centrodestra non è ancora il momento di spetalare la rosa di nomi (Moratti, Nordio, Pera) proposta ieri al centrosinistra. Ma non sarà compatto nel votare scheda bianca anche al terzo scrutinio, come pure annunciato da Matteo Salvini dopo il vertice con Giorgia Meloni, Antonio Tajani e Maurizio LupiFratelli d’Italia ha infatti deciso di “smarcarsi” dall’indicazione non rispondendo alla prima chiama. Alla seconda voteranno Guido Crosetto, nome di bandiera di FdI, ma molto stimato anche dagli avversari politici. Un segnale contro lo «stallo del Parlamento» che, assicura il partito della Meloni (che ha re-incontrato Salvini alla Camera), «non mette minimamente in discussione la compattezza della coalizione».

Salvini: «Non possiamo permetterci una crisi di governo»

Prima del vertice, il leader della Lega era stato ad Agorà, trasmissione di RaiTre. Anche lì ha ribadito la necessità di preservare la stabilità dell’esecutivo. «Qualora Draghi lasciasse il governo e quindi si dovesse ricercare un nuovo presidente del Consiglio, nuovi ministri, nuove maggioranze – ha premesso – sarebbe un problema lasciare l’Italia per settimane al buio con la crisi sanitaria, la crisi energetica, la crisi economica, la crisi dell’Ucraina». E richiesto di sapere quali “ingredienti” si attenda che porti il centrosinistra nella scelta del candidato per il Quirinale, Salvini non ha esitato a indicare «lealtà, velocità e concretezza». Ma nello stesso tempo ha ricordato come dal centrosinistra non stia arrivando alcuna vera proposta alternativa.

«La Casellati è quirinabile a prescindere da me»

«È da un mese – ha ricordato il capo del Carroccio – che dal centrosinistra da un mese stanno arrivando solo “no“». Quanto alla terna di nomi comunicata ieri nel corsi della conferenza stampa con Giorgia Meloni e Antonio Tajani, Salvini ha spiegato il motivo per cui non vi figura anche il nome di Elisabetta Casellati. «Lei e Fico sono le più alte cariche istituzionali. Quindi non fanno parte di rose politiche, di proposte. Sono lì. Casellati è candidabile senza che Salvini la proponga». Comunque sia, anche oggi Salvini proseguirà nella sua fitta serie di colloqui. È stato lui stesso ad annunciarlo: «Incontrerò tutti  – ha detto –, è il mio lavoro».

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA