Roscioli – Roma

venerdì 24 Settembre 0:01 - di Redazione

Roscioli
Via dei Giubbonari, 21/22 – 00186 Roma
Tel. 06/6875287
Sito Internet: www.salumeriaroscioli.com

Tipologia: gastronomia con cucina
Prezzi: antipasti 13/25€, primi 13/24€, secondi 16/34€, dolci 9/11€
Giorno di chiusura: Domenica

OFFERTA
Questa storica gastronomia con cucina è il luogo ideale per chi cerca materie prime selezionatissime fruibili sia nelle tantissime sezioni tematiche (formaggi e salumi in particolare) sia in piatti cucinati che hanno dunque una verve particolare. Tale ricerca e selezione sono giustamente riflesse nei prezzi, che ciononostante ci sembrano un filo eccessivi, anche in considerazione di un servizio impostato come si conviene ad un’osteria. Omaggiati con un ottimo salame rosa da gustare con il ricco cestino del pane proveniente dal forno di famiglia, abbiamo dato il via alla nostra esperienza con il bis di Mariozzo, ovvero un appagante maritozzetto con robiola di Roccaverano, porchetta di maiale nero ed alici del Mar Cantabrico, e con un altrettanto convincente maialino del Chianti cotto lentamente e servito sfilacciato con olive e capperi tra sfoglie di pane carasau. Fra i primi abbiamo preferito la celebre carbonara di Roscioli, realizzata con spaghettoni, guanciale artigianale, tris di pepe, uova di Paolo Parisi e pecorino romano DOP, ai rigatoni omaggio alla “Francescana” con burro echirè semi salato, tris di parmigiano di vacche rosse 36 mesi, di bruna alpina 30 mesi e di collina 36 mesi, buoni ma, come rilevato lo scorso anno, con l’apporto dei tre formaggi non all’altezza delle aspettative. Per proseguire un’eccellente coscia di agnello laziale brasata, proposta con salsa di tartufo nero e confit di mele profumate alle alici del Mar Cantabrico, seguita da una golosa torta realizzata con farina di teff accompagnata da ricotta di pecora e pere, e da un buon caffè ben estratto e persistente giunto in tavola insieme a delle ciambelline con fonduta di cioccolato.

AMBIENTE
È il banco gastronomia a dominare la sala che si sviluppa in lunghezza e a predisporre il cliente al pasto che si celebrerà fra scaffali ricolmi di bottiglie di vino.

SERVIZIO
Celere e preparato, in occasione della nostra ultima visita ha mostrato una certa insistenza nel riempire oltremodo i bicchieri di vino e nel chiedere più volte se fosse gradito un secondo cestino del pane, lasciando una spiacevole sensazione di “spingere” al consumo.

Recensione a cura di: Roma de La Pecora Nera – ed. 2020 – www.lapecoranera.net

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *