“Covid in aumento per l’effetto Gravina”. “Frase infelice”. È guerra tra D’Amato e il presidente Fgci

mercoledì 21 Luglio 12:27 - di Guido Liberati
effetto Gravina

“Stiamo pagando il cosiddetto effetto Gravina”. L’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, chiamando in causa il presidente della Federcalcio, non avrebbe potuto essere più esplicito nel commentare l’au mento esponenziale dei contagi Covid a Roma e nel Lazio a partire dall’11 giugno.  

Solo a Roma, negli ultimi 10 giorni, i casi sono aumentati del 500%. 557 il 20 luglio, 122 l’11 luglio. I numeri sono destinati ad aumentare per l’effetto del calo di tensione in occasione dei festeggiamenti per gli Europei – sottolinea l’assessore alla Sanità del Lazio, Alessio D’Amato – ma senza complicazioni sugli ospedali». «”Effetto Gravina” sulla ripresa della pandemia? Mi auguro sia solo una battuta infelice», è stata la risposta del presidente della Figc. 

Gravina: “Dall’assessore D’Amato una battuta infelice”

D’Amato ha sottolineato l’importanza della vaccinazione per limitare l’effetto del bagno di folla durante il passaggio del bus scoperto della Nazionale: «Meno male che abbiamo un alto tasso di copertura, altrimenti avremmo pagato caro gli effetti dei festeggiamenti. La vaccinazione completa previene il ricovero in terapia intensiva del 97% e i decessi del 95% secondo i dati dell’Iss».

“Effetto Gravina”? In realtà pure in Francia e in Africa i contagi sono esplosi

Ma più che “effetto Gravina” andrebbe chiamato “effetto ritorno alla vita”. Non si può chiedere alle persine di rimanere rintanate in casa a tempo indeterminato. Non a caso i casi sono esplosi in una settimana anche in Francia, sebbene i transalpini siano usciti dagli Europei molto prima degli Azzurri. E nel resto del mondo. In Africa sono esplosi in pochi giorni. E lì non ci sono manifestazioni sportive.

Mastroianni: “Bisogna vaccinare anche gli adolescenti”

Lo spiega bene all’Adnkronos Salute Claudio Mastroianni, direttore del Dipartimento di Malattie infettive del Policlinico Umberto I di Roma, commentando quanto detto ieri dall’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, che ha parlato di un effetto Azzurri per l’aumento dei contagi. L’aumento dei casi di Covid a Roma “è legato anche ai festeggiamenti per la vittoria dell’Europeo” di calcio, “ma è quello che è accaduto anche in altri Paesi quando ci sono state le riaperture e le persone si sono assembrate per vedere le partite”. 

“Per ora sono numeri ancora gestibili – prosegue Mastroianni – e riguardano i ragazzi non vaccinati. Dobbiamo capire che, se non vacciniamo tutti gli over 12, sarà difficile contrastare l’epidemia anche in proiezione settembre e riaperture delle scuole”. 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *