Letta va di nuovo da Fazio, Crosetto li ridicolizza: «C’è stato più lui in 2 mesi che Meloni in 8 anni»

sabato 22 Maggio 20:58 - di Viola Longo
letta fazio crosetto

Ha suscitato l’ironia di Guido Crosetto l’ennesimo invito di Fabio Fazio a Enrico Letta, che domani sera sarà nuovamente ospite a Che tempo che fa. «È stato più volte da Fazio a “Che tempo che fa” Enrico Letta, nei due mesi da segretario del Pd, che Giorgia Meloni negli ultimi 8 anni da Presidente di FdI. Con dati così dovrebbe spostarsi su La7», ha scritto Crosetto su Twitter, concludendo il post con le emoticon che si sbellicano dalle risate.

Crosetto ironizza sulla presenza di Letta da Fazio

Il post non è passato inosservato e in meno di due ore ha collezionato quasi 700 like e 100 retweet. Qualche giorno fa, in occasione di una diretta dalla Camera, anche Fabio Rampelli aveva posto Il problema della rappresentanza dell’opposizione sulle reti pubbliche. In quella circostanza premier e maggioranza, fu la denuncia del vicepresidente della Camera, avevano avuto una ribalta di 42 minuti, mentre all’opposizione, vale a dire a FdI, aveva fruito di appena 3 minuti. «Ci domandiamo a questo punto se abbia ancora un senso celebrare questa tradizione, pretendendo pure di monopolizzare un canale Rai per un’ora», aveva commentato Rampelli riferendosi alle dirette dal Parlamento.

La denuncia di Rampelli sul «premier time» in Rai

In quel caso, però, non si trattava solo di un problema di tempi. «L’anomalia politica di questo governo sostenuto da una maggioranza bulgara consente al presidente Draghi di arrivare alla Camera e argomentare sulle interrogazioni a risposta immediata rivolte da partiti che lo hanno avvisato prima dei contenuti e si sono suddivisi i temi nel tentativo di fargli fare bella figura di fronte agli italiani (in diretta tv). Così uno strumento pensato per rappresentare il pluralismo e l’equilibrio maggioranza/opposizione diventa un mega spot pro-governo. Un “premier time”, appunto».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *