Sondaggi, l’effetto Letta sul Pd: i dem perdono un altro punto. E il centrodestra vola oltre il 51%

giovedì 25 Marzo 18:09 - di Gigliola Bardi
sondaggi pd letta

Continua a crescere il consenso per il centrodestra, che stacca ormai il centrosinistra di ben 15 punti. Se si votasse oggi, infatti, la coalizione di Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia otterrebbe il 51,5% dei consensi a fronte del 36,5% del centrosinistra. A rivelarlo è il sondaggio realizzato per la puntata di stasera di Porta a Porta da Antonio Noto, che conferma anche con l’effetto Letta sul Pd sia tutt’altro che positivo.

I sondaggi registrano “l’effetto Letta” sul Pd

Nel dettaglio la Lega resta primo partito, stabile al 24,5% dei consensi. Il Pd scende al 18%, perdendo un punto rispetto a febbraio. Dunque, anche la rilevazione di Porta a Porta, in linea con i precedenti sondaggi, conferma che l’approdo di Enrico Letta alla segreteria Pd non ha giovato ai dem, che non arrestano la loro discesa. Al terzo posto si trova Fratelli d’Italia al 16,5%. Stessa percentuale per il M5S che beneficia davvero poco del deciso ritorno in campo di Giuseppe Conte. I vertici con Letta, le difese muscolari contro Rousseau, le voci di prossima investitura dell’ex premier a leader valgono per il M5S appena il 2%. Un risultato che, da un lato, smentisce i poteri salvifici attribuiti a Giuseppe e, dall’altro, conferma lo stato di prostrazione del Movimento.

Il centrodestra sempre più maggioranza

Seguono Forza Italia, stabile al 6,5%; Azione di Calenda, che perde mezzo punto e scende al 3%; Italia Viva, che perde un punto e atterra al 2,5%; Cambiano di Toti al 2%; Noi con l’Italia, che guadagna mezzo punto arrivando al 2%. Infine, i Verdi cresce di mezzo punto arrivando all’1,5% e La Sinistra risulta stabile al 1,5%. Dunque, anche nell’ipotesi che il centrosinistra riuscisse a recuperare i partiti fuori dalla coalizione, il vantaggio del centrodestra, come emerge dal sondaggio di Porta a Porta, resterebbe enorme. E, se si votasse oggi, gli italiani affiderebbero nelle mani di Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia una solida maggioranza, in grado di governare davvero il Paese.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *