Roma, violenza sessuale nel parcheggio della metro: marocchino aggredisce una 30enne

venerdì 12 Febbraio 19:14 - di Redazione
aggredita metro roma

Gli agenti del commissariato Romanina, diretto da Moreno Fernandez, hanno individuato e catturato un ambulante marocchino con l’accusa di violenza sessuale ai danni di una giovane donna romana.

I fatti risalgono a ieri pomeriggio e sono avvenuti presso le bancarelle posizionate nel piazzale della fermata metro Anagnina, dove la trentenne romana si era recata per degli acquisti. Dopo aver acquistato della biancheria per la casa, la donna si è diretta verso la propria auto. A quel punto, il trentenne l’ha salutata. L’uomo lavorava in uno dei banchi, dove la stessa aveva acquistato della merce il mese prima. Lei rispondeva al saluto dell’uomo, senza fermarsi e non si avvedeva che questo la stava seguendo.

Il trentenne marocchino è accusato di violenza sessuale

Mentre la vittima si incamminava per raggiungere la propria auto parcheggiata nelle vicinanze, il 30enne ha tentato di abbracciarla ma è stato respinto con fermezza dalla stessa. Più volte l’uomo ha tentato di abbracciarla sempre respinto dalla stessa che, spaventata ha cominciato a correre e a gridare cercando di raggiungere la sua auto. L’uomo, vedendo che non c’era nessuno nelle vicinanze ha continuato a seguirla raggiungendola e riuscendo ad abbracciarla, ha tentato di baciarla. La donna è riuscita a divincolarsi e a scappare, quindi ha raggiunto la propria auto allontanandosi col terrore di essere raggiunta. Accertatasi di non essere seguita si è fermata in una piazzola e ha chiamato la polizia.

La Polizia ha individuato l’ambulante marocchino poco dopo

Gli agenti dopo averla rassicurata l’hanno scortata fino al commissariato Romanina. Contemporaneamente una volante della Polizia è andata sul luogo dell’aggressione. Qui, grazie alle indicazione della vittima, hanno individuato l’aggressore marocchino e a lo hanno condotto negli uffici di polizia, dove è stato riconosciuto dalla vittima. Gli investigatori dopo aver verificato il racconto della denunciante, hanno arrestato l’ambulante marocchino per il reato di violenza sessuale

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *