Lady Mastella si sfila dal gruppo dei centristi. Lite sul simbolo con Maria Rosaria Rossi

giovedì 28 Gennaio 17:35 - di Adele Sirocchi
lady mastella

I coniugi Mastella non sono più i registi dell’operazione “responsabili”. Ne fa fede il fatto che Sandra Lonardo, lady Mastella, nel nuovo gruppo europeisti-Maie non c’è.

Lady Mastella dice no al gruppo Europeisti-Maie

Il senatore italo-argentino Ricardo Merlo a Un giorno da pecora, su Radio1 Rai, ha raccontato che «non c’è stato l’accordo perché lei voleva aggiungere il suo simbolo Noi Campani». Sandra Lonardo, come riporta Il Giornale, la racconta così: «Ho ricevuto una telefona ieri nel corso della quale mi invitavano a fare parte di questo nuovo gruppo Europeisti-Maie. Io ho risposto che sono sempre pronta a sedermi al tavolo con chi vuole costruire qualcosa per il Paese. Poi arrivo all’incontro e mi dicono che nel simbolo c’è il Centro Democratico. E io: Ma chi l’ha deciso?. Mi rispondono: De Falco e tutti sono d’accordo. Allora io faccio presente che non mi va bene, perché così al nascente gruppo si dà una connotazione partitica». E allora ci vuole anche il nome Noi campani.

Le hanno detto di no sul nome Noi Campani

Ma il gruppo non poteva chiamarsi «Europeisti-Maie-Centro democratico-Noi campani». Di qui il no a lady Mastella. Che si alza e se ne va.  Poi però  viene richiamata e le si dice che hanno inserito nel nome del gruppo anche il logo Noi Campani. Lei si reca allora negli uffici del gruppo misto del Senato e qui ha luogo il battibecco con Maria Rosaria Rossi.

Il battibecco con Maria Rosaria Rossi

Così ne scrive il Corriere: “Il racconto della Lonardo, a questo punto, diventa la sceneggiatura di una commedia. Perché lei entra, trova la solita compagnia di «responsabili», e subito la Rossi che le va incontro con una cartellina: «Ecco, Lonardo: firma qui». A una Mastellas. Firma qui. Senza leggere. Cose di pazzi. Infatti la senatrice Lonardo dice no, scusa, abbi pazienza, vorrei prima vedere bene. Ma la Rossi: «Uffa! Dai, abbiamo fatto come volevi tu! Dai, forza, firma!“» (tono di voce alto). La Lonardo allora prende la cartellina, la sfoglia, e legge: «Centro democratico». «Ma tu hai capito? Volevano farci il pacco!» – questa è la voce di Clemente, seduto accanto alla moglie sul sedile posteriore dell’auto che li sta riportando a Benevento”. E così i Mastella da federatori del nuovo centro di Conte finirono ai margini…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *