Sesso e Covid, i consigli di Pregliasco e Bassetti: l’intervista a “Un giorno da pecora” è spassosa (video)

domenica 25 Ottobre 18:53 - di Hoara Borselli
Sesso e Covid

L’amore ai tempi del Coronavirus. Un enigma pieno di insidie e lati oscuri. Ecco un altro tema, tra i tanti, in cui ci hanno mandato completamente in confusione. Sugli approcci e il sesso si sono create due fazioni ben distinte e di diverse vedute: una  capitanata dal Virologo Fabrizio Pregliasco della fazione ‘meglio astenersi o praticare  il sesso fai fa te’;  l’altra dal professor Matteo Bassetti della corrente ‘giuste precauzioni ma il sesso fa bene’.

 Covid e sesso: due visioni contrapposte

Entrambi sono stati intervistati nel programma di Radio Rai 1 ‘Un giorno da Pecora’. Sullo stesso tema hanno dato due visioni completamente contrapposte di come poter vivere la sessualità nell’era del Covid. In questi tempi caotici, se non c’è chiarezza o accordo neppure nelle attività di piacere e ludiche, si rimane completamente disorientati.
Per il virologo Fabrizio Pregliasco, con il sesso i rischi ci sono eccome  e sottolinea: ‘Il guaio è che anche il nostro familiare può essere in qualche modo asintomatico’. Quindi anche le coppie stabili, o i famosi congiunti in epoca di Dpcm anti contagio, è lockdown sotto le lenzuola. Senza se e senza ma: ufficiale.

Bassetti: “Fate sesso, fa bene alla salute”

Sul tema “Sesso e Covid”, Matteo Bassetti dà  un’interpretazione completamente differente, ci fa pervenire  l’invito a non astenersi: ‘Credo che il sesso tra conviventi sia giusto da fare perché fa bene alla salute. Fa bene all’organismo e fa bene alla psiche. E e in questo momento noi abbiamo tanto bisogno di far bene alla psiche’. Bassetti fa un’ulteriore precisazione sui
fidanzati non conviventi e commenta: anche  per loro “credo non ci siano grandi problemi”. Dice “no alle misure ipocrite” .

Oggi in tempi di dpcm e autocertificazioni roboanti, ormai bisogna avere il ‘bigino’ della categorizzazione di coppia alla quale appartieni per fare sesso, per vedersi, per prendere un caffè. “Limitare” è il solo denominatore comune. Come il Covid sia entrato nella nostra sfera più intima, per spiarci o frenarci è ancora un mistero. Ma deve farci riflettere come in termini comunicativi venga dato tante volte un messaggio distorcente. Si chiede di non consumare rapporti neppure fra conviventi. O si consiglia di utilizzare la mascherina, dimenticandosi di menzionare  le protezioni classiche: come a dire che  tutte le malattie sessualmente trasmissibili, come l’Hiv passano in secondo piano davanti al Covid.  I paradossi sanitari che non aiutano!!
In questo marasma di contraddizioni c’è chi commenta ironico ma puntuale sulla questione sesso :”Alla fine il consiglio è sempre lo stesso. Lavarsi bene le mani!’ E chi si chiede ‘Dilemma del giorno: chi ascolto dei due?’’. Nel dubbio i cittadini italiani si perdono ormai in una confusione amletica quotidiana perfino tra le lenzuola di casa e non solo.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica

Array ( [0] => ppm-bundle )
Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )