Hasekura – Roma

sabato 5 settembre 0:01 - di Redazione

Hasekura
Via dei Serpenti, 27 – 00184 Roma
Tel. 06/483648
Sito Internet: www.hasekura.it

Tipologia: giapponese
Prezzi: antipasti 5/8€, sushi misto 26€, tempura 22€
Giorno di chiusura: Domenica; Lunedì a pranzo
OFFERTA
La materia prima freschissima è ciò che fa la differenza nel menù di Hasekura: ingredienti trattati con rispetto per il gusto di ogni elemento che va a comporre gustosi roll, delicati sashimi, sostanziosi gyoza, ramen o soba, o altri intriganti piatti della cucina tipica giapponese. Abbiamo iniziato, come d’uso, con due zuppe di miso calde e corroboranti, dal sapore intenso che ben dispone all’inizio del pasto, assaggiando poi, tra i fuori carta, delle capesante appena scottate deliziosamente condite con una salsa a base di burro fuso aromatizzato alla soia la cui sapidità importante ben bilanciava la tendenza dolce dei molluschi, creando un connubio estremamente piacevole al palato. Interessante, sempre tra i piatti del giorno, il calamaro crudo tagliato in sottili strisce dalla particolare consistenza morbida e setosa, condito con saporite uova di pesce a vivacizzare un insieme che altrimenti risulterebbe molto meno incisivo. Il sushi e sashimi speciale è tradizionale in tutto e per tutto, con i bocconi dalle dimensioni perfette e dall’ottimale proporzione tra profumato riso e pesce, questo sia per il sushi che per il sashimi tagliato con mestiere nel modo che meglio si adatta ad ogni varietà. Originali e sfiziosi i maki con all’interno un’ostrica fritta, sorprendenti per sapore e consistenza, mentre per concludere, niente meglio di uno shochu, distillato dolce e fresco perfetto a fine pasto.

AMBIENTE
La sala del ristorante è piccola e dall’arredamento curato, di un’eleganza orientale sobria e delicata che la rende piacevolmente intima nonostante i tavoli vicini l’uno all’altro. Sul fondo del locale il piccolo bancone dietro cui lavora instancabile il bravissimo sushi man.

SERVIZIO
Il personale è sempre gentile e accompagna la serata con discrezione, illustrando con dovizia di particolari i piatti disponibili così come i fuori menù, attento senza mai diventare opprimente.

Recensione a cura di: Milano de La Pecora Nera – ed. 2020 – www.lapecoranera.net

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica