Carcere di Benevento, marocchini incendiano le celle e aggrediscono gli agenti: cinque feriti

giovedì 3 settembre 8:35 - di Paolo Sturaro
carcere

Disordini e caos all’interno del carcere di Benevento. Due detenuti marocchini hanno incendiato due celle e hanno reagito con violenza all’intervento degli agenti della Polizia penitenziaria. L’ha reso noto il sindacato di polizia penitenziaria Osapp. Secondo i primi accertamenti, sono cinque gli agenti rimasti feriti, uno dei quali in maniera seria. Tutti hanno dovuto fare ricorso alle cure in ospedale.

Nel carcere di Benevento anche autolesionismo

«Ancora eventi critici che mettono a repentaglio l’incolumità del personale di polizia penitenziaria, e del taser non si vede neanche l’ombra», commentano i segretari regionali campani dell’ Osapp, Vincenzo Palmieri e Luigi Castaldo. «Già la scorsa notte, sempre nel carcere di Benevento, la polizia penitenziaria è intervenuta per soccorrere altri due detenuti che hanno commesso atti di autolesionismo e sono stati trasportati in ospedale».

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica