Follia a Roma, una mamma multata per aver accompagnato la figlia dal medico: ecco il video

giovedì 23 Aprile 13:50 - di Giorgia Castelli
vigili

«Sempre grazie signor Conte». Ha fatto il giro del web un post pubblicato sulla pagina Facebook di una romana che è stata multata dai vigili per aver accompagnato sua figlia in macchina da uno specialista. Multa riconducibile al decreto del presidente del Consiglio che stabilisce i regolamenti sulla quarantena. I vigili romani hanno inflitto una multa salatissima di ben 530 euro. Ai tempi del coronavirus a Roma accade anche questo. A raccontare la vicenda su Facebook con un video corredato da foto è la stessa destinataria del provvedimento la signora Angela Menicucci. La signora ieri si era mossa da casa all’Olgiata per accompagnare la figlia maggiorenne da un medico specialista. Le due in auto con regolare mascherina e documenti stavano percorrendo via Trionfale, quando sono state fermate da una pattuglia di vigili in prossimità del “cavalcavia del marmo”.

Il racconto

Ecco il racconto di Angela Menicucci: «Stavo portando mia figlia da uno specialista, siamo state fermate: abbiamo mascherine, guanti e certificazione medica. I vigili ci hanno multate per un importo di 530 euro ciascuna. Hanno multato anche mia figlia che ha una prescrizione, perché secondo loro, doveva andarci con l’autobus. Ebbene ci fanno il verbale, li ho ringraziati… Non sapevo che dire… E hanno detto che ero sarcastica. Il sarcasmo è punito gravemente. E quindi stanno facendo il verbale. Io non so dove finiremo. Non avevo capito che fosse un attacco contro la famiglia. Non posso accompagnare mia figlia… invece lei con l’autobus poteva andarci, ma con sua madre no. Ma allora la verità è che non possiamo più girare, no che dobbiamo stare attenti.  Perché con mia figlia ci vivo, la porto in macchina, la porto dal medico e ci prendono mille euro di multa.  Se invece mia figlia dal medico ci andava con l’autobus zozzo, andava bene. Ma contro chi ce l’hanno contro il virus o contro di noi?».

I vigili di Roma multano una mamma

La signora Angela Menicucci ha pubblicato prima il video, poi lo ha corredato con le foto di un solo verbale emesso dai vigili di Roma. «Ne manca uno – ha scritto – che si sono rifiutati di consegnare e andremo ad esigerlo con l’avvocato».  Ci sono anche le foto della prescrizione del medico di base e di quello specialistico. Poi, oggi la signora Menicucci spiega di aver ricevuto una telefonata proveniente dal comando dei vigili: «Mi hanno detto – spiega – che il verbale di mia figlia non è stato elevato. Resto, comunque, in attesa di capire come andrà a finire la vicenda. In ogni caso presenterò opposizione al mio verbale».

Smepre grazie signor Conte!Edit : aggiunto il verbale (fronte e retro, per gli scettic), ne manca uno che si sono rifiutati di consegnare, e andremo a esigerlo con l’avvocato

Pubblicato da Angela Menicucci su Mercoledì 22 aprile 2020

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Daniele 25 Aprile 2020

    Quindi la colpa non ce l’hanno quegli esimi insensibili in divisa ma Conte???? Signora, ma che uscita è la sua? Gli unici da biasimare sono sti tizi che la divisa non sono degni di portarla

    • Francesco Storace 27 Aprile 2020

      Non è affatto una bufala

  • GIOVANNI 24 Aprile 2020

    A me dispiace signora che ti sia successa una cosa del genere, ma penso che anche questo sarcasmo verso Conte sia ingiustificato anche perché il Presidente Conte nel decreto ha specificato che si può uscire solo in caso di necessità cioé: causa lavoro,spesa e per recarsi dal medico.Quindi qua gli unici negligenti sono i vigili Conte non centra niente,anzi penso che annulleranno anche la sua multa perché la giustificazione è più che sufficente.

  • Massimo 24 Aprile 2020

    Ma io dico una cosa se era vostra figlia cosa facevate ma vergogniatevi una figlia sta male che azz me frega ionla portavo in capo al mondo vergogniatevi

  • roxypol 24 Aprile 2020

    è tutta una bufala, io ricontrollerei tutte le date, non date per scontato ciò che dice la gente … ha cercato di rimuovere autocertificazioni perchè la figlia è stata identificata con patente b, ma non era minorenne??? e poi??? due multe???? a che pro???? prima di riprendere ha iniziato a canzonare i due vigili e poi ha continuato con frasi tipo: – e fatemela questa multa … dai fammi la multa … se pensi che non è vero fammela ecc. ci sono troppe incongruenze nella storia … se fossi in voi giornalisti prima di accusare due tutori dell’ordine che facevano solo il loro dovere andrei a fondo della faccenda interpellando la signora in questione e la figlia ….. comunque penso che finiranno in tribunale ….

    • Francesco Storace 27 Aprile 2020

      Ma è tutto vero. Verificato

  • Anna 24 Aprile 2020

    Bisogna ringraziare Conte, enorme confusione e deficienti di vigili che hanno fatto la multa. In questo periodo Comuni non incassano soldi delle multe, perchè tutti stanno a casa e le macchine sono ferme, perciò fanno di tutto per schiacciare i cittadini e multare la gente anche perchè respira. Vedo in giro la caccia alle persone per fare le multe per qualsiasi cosa.. basta farle. Ma hanno le commissioni vigili e carabinieri per multare ? Manca un buon senso. Spero che questo governo finisce presto e le pagliacciate con loro. E alla Signora… non paghi le multe, si rivolga a un avvocato che Le fa pro buono la pratica. Ora sono talmente tanti incazzati che sicuramente glielo faranno.

  • arcangelo merella 24 Aprile 2020

    E’ così in tutta Italia, una cosa fuori dal mondo. Anche a genova ( ma Conte non c’entra niente)multe allucinanti a persone in effettivo stato di necessità. E’ l’interpretazione dei Sindaci e dei comandanti della polizia locale in un contesto dove chi fa gli affari propri resta impunito. Ci sarà bene un giudice a Berlino, che facciano ricorso!!!

  • biagio 24 Aprile 2020

    Se per fare OSS (operatore socio sanitario) è previsto un corso con relativi esami, mi auguro che la stessa cosa sia fatta prima della nomina a Vigile urbano. Da quanto si legge in questi giorni, sempre più Vigili, in cerca di prede, multano indiscriminatamente persone che escono di casa per motivi sanitari (accompagnano loro congiunti).
    Come per il personale delle forze armate impiegati in ordine pubblico anche i vigili urbani dovrebbero essere impiegati alle dipendenze di personale della polizia di stato o carabinieri.
    Se i vigili urbani sono stati istituiti per dirigerà il traffico non capisco perché debbano svolgere compiti per i quali dimostrano quotidianamente di avere dei grossi limiti.

  • walter 23 Aprile 2020

    dimissioni immediate degli agenti, per palese incapacità di gestione del piccolo potere che la divisa gli dà .

    Se un cittadino si schianta in auto gli tolgono la patente per incapacità di gestione del mezzo. qui non vedo nessuna differenza se non peggiorativa dovuta alla fiducia che si dovrebbe avere negli uomini in divisa.

  • sergi beggi 23 Aprile 2020

    Una vergogna, multare una Sig. Angela che sta accompagnando sua figlia in macchina a far una visita dal medico, è una vera vergogna. non c’è più Libertà. il popolo ITALIANO deve fare qualcosa, scendere tutti in piazza, ma tutti a ROMA….!!!

  • Jeannine gulinazzo 23 Aprile 2020

    Rivolgiti a striscia la notizia.e denuncia questo farabutto.

  • maria teresa tiraterra 23 Aprile 2020

    Non credo che sia colpa di Conte ma dei vigili che non hanno buon senso . Le leggi si devono saper applicare. La destra in questo momento così difficile e doloroso deve collaborare e non polemizzare.

  • Omnia 23 Aprile 2020

    Ma la figlia quanti anni ha? Così non si capisce nulla.

  • Moira 23 Aprile 2020

    Multa meritata. E speriamo sia denunciata anche per altro.