Roma, violenza a Centocelle: lancia la compagna incinta dalle scale per farla abortire

venerdì 21 Dicembre 11:03 - di Massimo Baiocchi

Maltrattamenti in famiglia e tentata interruzione di gravidanza non consensuale. Sono le accuse avanzate nei confronti di un venticinquenne arrestato a Roma, nel quartiere Centocelle. Intervenuti in via delle Acacie, per una segnalazione di lite in famiglia, gli agenti hanno trovato una donna in stato di gravidanza, che lamentava dei dolori alla testa e presentava numerose ecchimosi al viso. La giovane ha dichiarato che il compagno, dopo averla aggredita, l’aveva trascinata per i capelli scaraventandola giù per le scale. E si era allontanato in auto dalla abitazione.

Picchiata nella casa di Centocelle, setto nasale fratturato

A causa di dolori all’addome, la donna è stata portata dall’abitazione di Centocelle in ospedale dove le è stata diagnosticata una sospetta frattura al setto nasale ed ha ricevuto una prognosi di quindici giorni. Diramata per radio la descrizione dell’aggressore, gli agenti hanno arrestato l’uomo. Dalle indagini è emerso che la donna aveva presentato una denuncia per maltrattamenti lo scorso ottobre. Le condotte violente dell’uomo sono state confermate dai vicini e dai conoscenti della donna.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *