Notte di terrore a Sesto San Giovanni: violentata in discoteca dagli immigrati

martedì 4 Dicembre 10:35 - di

Violenza sessuale nella discoteca di Sesto San Giovanni, in provincia di Milano. La discoteca, chiamata Al Jazeera, è frequentata soprattutto da immigrati. La polizia ha arrestato un egiziano di 35 anni, accusato di stupro nei confronti di una ragazza di origine marocchina. Il blitz del commissariato è scattato in seguito a una chiamata al 112. Al telefono era stata segnalata la presenza di una ragazza presumibilmente vittima di violenza sessuale. La vittima, una marocchina nata nel 1987, ha raccontato agli agenti di essere stata mandata via poco prima dal locale di Sesto San Giovanni dove aveva subito una violenza sessuale nel corso della notte. Accompagnata dal personale medico del 118 alla clinica Mangiagalli di Milano, la donna è stata sottoposta alle cure e alle analisi volte ad accertare lo stupro subito nella notte. La polizia ha dato il via alla caccia dell’autore delle presunte violenze. Gli agenti hanno fatto irruzione nel locale e hanno trovato due immigrati privi di documenti. Mentre la scientifica effettuava i rilievi all’interno della discoteca, i due immigrati sono stati fotosegnalati al commissariato. Uno di questi è stato identificato come un egiziano con diversi precedenti e ritenuto l’autore dello stupro. Fermato dal commissariato come indiziato di delitto, è stato sottoposto a fermo e sarà a disposizione dell’autorità giudiziaria. Il questore di Milano ha immediatamente attivato la procedura per la chiusura del locale, già noto alle forze dell’ordine per la violenta rissa scoppiata nel 2016 che si concluse con due fratelli marocchini accoltellati.

Commenti