San Lorenzo, algerino spacciatore morde i carabinieri per fuggire

venerdì 30 novembre 18:01 - di Redazione

Continuano incessanti i controlli antidroga dei Carabinieri della Compagnia Roma, piazza Dante nel quartiere San Lorenzo. La scorsa notte, in poche ore, in manette sono finiti tre pusher. A largo degli Osci, i carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo hanno arrestato un 21enne algerino che, alla vista dei militari, ha tentato di ingerire 2 involucri di plastica, risultati poi contenere dosi di cocaina. L’algerino, inoltre, nel tentativo di divincolarsi dai Carabinieri, ha reagito strattonandoli e mordendo uno di loro alla mano. Il pusher algerino però è stato definitivamente bloccato e ammanettato. Oltre al reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, è accusato anche di resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale. In piazza dell’Immacolata, i Carabinieri della Stazione Roma Casalbertone hanno arrestato due cittadini stranieri, un 34enne del Marocco e un 50enne della Tunisia, entrambi senza fissa dimora e con precedenti. I due sono stati bloccati appena dopo aver ceduto dosi di marijuana ad un 28enne italiano, identificato e segnalato, quale assuntore, all’Ufficio Territoriale del Governo di Roma. A seguito della perquisizione personale, i pusher sono stati trovati in possesso di ulteriori 20 grammi della stessa sostanza e denaro contante, ritenuto provento dello spaccio. Portati in caserma, il 50enne ha accusato un malore ed è stato visitato presso l’ospedale Umberto I. E’ stato dimesso poco dopo per intossicazione da cocaina, senza prognosi.

Commenti
Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica