Far west a Mondragone: allontana lo straniero ubriaco, quello torna e lo uccide

venerdì 30 novembre 13:35 - di Sveva Ferri

Ci sono «futili motivi» dietro l’omicidio del 57enne Salvatore De Rosa avvenuto il 17 novembre a Mondragone, in provincia di Caserta. A rivelarlo sono state le indagini, che hanno portato il gip di Santa Maria Capua Vetere a confermare il fermo per omicidio nei confronti di un algerino di 24 anni e di un rumeno di 19, arrestati qualche giorno dopo il delitto. Nei loro confronti il gip ha disposto la custodia cautelare in carcere.

Le indagini hanno permesso di ricostruire i fatti avvenuti la sera del 17 novembre, quando i due immigrati si sono recati nel condominio in località Pescopagano dove risiedeva la vittima: mentre il 19enne attendeva a bordo di uno scooter rubato all’esterno della casa, il 24enne, armato di fucile illegalmente detenuto e modificato a canne mozze con proiettili da caccia al cinghiale, si è introdotto nel condominio esplodendo un colpo letale all’addome di De Rosa. Gli investigatori hanno anche ricostruito la causa dell’omicidio, individuandola in una ritorsione per futili motivi  dovuta a una discussione tra i due arrestati, la vittima e un’altra persona. Poche ore prima, infatti, l’algerino aveva preteso, sotto effetto di sostanze alcoliche, di entrare nello stabile, salvo poi minacciare vendetta essendo stato allontanato da De Rosa.

Subito dopo l’omicidio, l’indagato ha sferrato diversi calci contro l’uscio dell’abitazione dell’altro italiano che aveva partecipato al precedente litigio, cercando di accedere nella casa per proseguire la sua vendetta. Non riuscendo ad entrare, è tornato in strada esplodendo un ulteriore colpo che avrebbe potuto uccidere due donne, fortunatamente rimaste illese, affacciate ai balconi di casa e in preda al panico. I due sono stati rintracciati a Parete, comune in provincia di Caserta, nella mattina del 26 novembre. La Procura di Santa Maria Capua Vetere ha emesso un decreto di fermo per i reati di omicidio aggravato dalla premeditazione e dai futili motivi, tentato omicidio in danno delle due donne, tentata violazione di domicilio, detenzione e porto di arma e ricettazione dello scooter utilizzato dagli autori del fatto.

Commenti
Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica