Disagio giovanile, uno studio rivela: nel Sud ragazze più “disinvolte”

giovedì 29 novembre 13:51 - di Redazione

Nord e Sud diversi anche nei trend che segnalano disagio giovanile: abuso di pornografia on line, utilizzo di droghe, soprattutto marjiuana, o avventure sessuali non protette. È questo l’esito di una doppia ricerca effettuata dagli studiosi dell’Università di Padova, che prima hanno valutato i profili di 1.426 studenti veneti e poi quelli di 891 pugliesi nell’ambito del progetto di prevenzione andrologica DiGit-Pro promosso dalla Fondazione Foresta. «Gli stili di vita – spiega Carlo Foresta – sono per il sistema endocrino-riproduttivo dell’uomo fattori di rischio per l’infertilità e per il funzionamento endocrino del testicolo e per la sessualità». I risultati della ricerca saranno presentati nel fine settimana un convegno al Castello Carlo V di Lecce.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica