Da “salvinata” a “petaloso”: come cambia la lingua italiana

venerdì 30 novembre 14:36 - di Mia Fenice

Annuncite, bloggarolo, cattogrillismo, cattoleghismo, dietrologismo, egomania, eurofobia, fallolatria, giocattolizzare, nanofarmaco, olgettina, parlamentarie, personaggismo, quirinarie, regionarie, renzese, salvinata, savianismo, socioleso, spesometro, svapare, trollare: sono alcune delle 3.505 nuove parole registrate attraverso la lettura dei quotidiani italiani dal 2008 a oggi. Le espressioni create nell’ultimo decennio dalla lingua italiana sono contenuto nel vocabolario “Neologismi. Parole nuove dai giornali 2008-2018”, pubblicato dall’Istituto dell’Enciclopedia Italiana Treccani con la direzione scientifica di Giovanni Adamo e Valeria Della Valle. Il volume è realizzato in collaborazione con l’Istituto per il Lessico Intellettuale Europeo e Storia delle Idee del Consiglio Nazionale delle Ricerche e la Banca dati dell’Osservatorio neologico della lingua italiana. I 3.505 neologismi – spiega Valeria Della Valle, professoressa di linguistica italiana all’Università La Sapienza di Roma – «non si trovano documentate nei dizionari dell’italiano e abbiamo raccolto per conservarne la memoria, per sottoporle a un’analisi più approfondita e per offrire ai lessicografi materiale da passare al vaglio». Si tratta di un lavoro di censimento, offerto anche ai compilatori dei vocabolari, che potranno valutare se si tratta di parole dalla breve vita, quindi effimere e perciò da archiviare, oppure destinate a durare più a lungo e perciò meritevoli di essere registrate nei futuri dizionari.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica