Quale delle figlie del Cav sarà la candidata a premier?

16 Nov 2012 20:35 - di Girolamo Fragalà

La sacra alleanza Repubblica-Espresso si rompe sul nome del candidato premier del centrodestra. Anzi, per essere più precisi, su quale figlia di Berlusconi avrà l’investitura. “Repubblica” aveva sentenziato: sarà Marina l’asso nella manica del Cavaliere. E la notizia era stata ripresa da molti quotidiani, anche perché ormai c’è un vezzo: quando si scrive del Pdl nessuno bada ai fatti ma tutti si dedicano (spesso inventandoli di sana pianta) ai “retroscena”. Che puntualmente vengono smentiti il giorno dopo da Palazzo Grazioli, visto che i virgolettati di solito riguardano presunte frasi di Berlusconi. Marina ha subito definito «ipotesi senza fondamento» quelle della sua partecipazione alle primarie o della sua candidatura a premier, sottolineando che «la leadership non si può trasferire per via ereditaria o dinastica». Parole che in qualsiasi paese al mondo metterebbero fine alla querelle. Da noi no, subito i giornali hanno parlato di «risposta non convincente, alla fine scenderà in campo». Ma ecco la sopresa. “L’Espresso”, nella rubrica “Riservato”, rivela che «i grafici di Berlusconi sono al lavoro da giorni» per il nuovo partito, con il grande annuncio a fine gennaio. E sempre secondo “L’Espresso”, un nome avrebbe convinto tutti, quello della figlia di Berlusconi. Lo dimostrano i sondaggi: lei ha «un marchio di fabbrica che darebbe rinnovate certezze e garanzie di successo». Ma i conti non tornano, la fotografia è diversa. Sorpresa: la figlia di cui si parla non è Marina ma Barbara. Miracoli del gruppo Repubblica-L’Espresso.

Commenti

SUGERITI DA TABOOLA