Pena di morte, in Missouri eseguita la terza condanna capitale del 2015

Pena di morte nello Stato americano del Missouri: è stata eseguita la terza condanna capitale di quest’anno. È stato giustiziato Andre Cole, un 52enne che aveva ucciso un uomo 16 anni fa. La Corte Suprema dello Stato ha respinto numerosi appelli della difesa per salvare la vita di Cole, incluso uno che sosteneva la sua infermità mentale. L’uomo era stato condannato a morte dopo l’assassinio di Anthony Curtis, un amico della sua ex moglie, per una questione legata agli alimenti arretrati che Cole doveva pagare alla donna. A febbraio era stata eseguita un’altra condanna alla pena capitale: Walter Timothy Storey era stato condannato nel ’99 per l’uccisione di una donna avvenuta 25 anni fa, nel 1990. Lo scorso anno le esecuzioni capitali nello Stato del Missouri sono state dieci.

Pena di morte, il Tennesse sospende le esecuzioni

Mentre lo Utah ha reintrodotto i plotoni di esecuzione come motodo alternativo all’iniezione letale, il Tennessee segue l’esempio di Oklahoma, Florida, Alabama, Ohio e Georgia e decide di attendere la decisione della Corte Suprema locale sulla costituzionalità della sedia elettrica e dell’iniezione letale come metodo per “giustiziare” i condannati. In sostanza, le esecuzioni sono sospese. Il sistema dell’iniezione letale, il più usato nei 32 su 50 Stati dove la pena capitale ancora applicata, è in crisi negli Usa. Il problema è legato alla mancanza di una delle tre sostanze che formano il cocktail letale. Da molti mesi ormai manca il triopental sodico noto come Penthothal, il barbiturico impiegato per sedare i condannati prima che vengano iniettate le sostanze letali (pancuronio e cloruro di potassio) che fermano il cuore. Nel 2014 si registrarono tre casi in cui, per far fronte alla mancanza del farmaco, si ricorse a un altro sedativo che però non funzionò e i tre condannati morirono tra lunghe sofferenze. Un caso choc avvenne nell’Oklahoma. Negli Usa solo una società produceva il Pentothal ma ha smesso dopo la campagna globale contro la pena di morte.