Designer baby? Il sì del Parlamento inglese al bimbo con tre genitori

La notizia è sconvolgente e arriva dalla puritana Inghilterra: è il primo sì alla “creazione” di bambini con tre genitori biologici. “Lui, la moglie e l’altra. Ma non c’entrano le relazioni extra-coniugali: si tratta di una rivoluzione della medicina e dell’etica – scrive su Repubblica l’inviato da Londra, Enrico Franceschini – la Gran Bretagna ha infatti imboccato la strada per diventare il primo Paese al mondo che permette la creazione di bambini con tre genitori biologici: il padre, la madre e  –  appunto  –  un’altra donna, una donatrice che offre una porzione di Dna con cui sostituire quello, difettoso, della madre”. L’obiettivo dichiarato è quello prevenire una varietà di malattie mitocondriali che possono avere effetti letali sul nascituro e il materiale di Dna sostituito rappresenta soltanto lo 0,1 per cento del totale. “La decisione – spiega il giornalista – ha già scatenato polemiche e proteste da parte di associazioni religiose secondo cui vìola principi morali, introducendo il concetto di bebè con un papà e due mamme o più in generale di designer baby, bambini fatti su misura, sebbene in questo caso soltanto per ragioni di salute”. L’unica cosa certa è che, dopo un lunghissimo dibattito politico e scientifico, martedì la Camera dei Comuni ha approvato la nuova legge a grande maggioranza, con 382 voti a favore provenienti da tutti i partiti e solo 128 contrari. Perché diventi operativo, il provvedimento dovrà passare entro qualche mese anche alla Camera dei Lord: in tal caso, probabilmente a partire dall’anno prossimo.