Un tuffo nell’antica Roma insieme a gladiatori e senatori

È una vera e propria full immersion nel quotidiano dell’antica Roma la terza edizione di Ludi Romani, Festival internazionale della civiltà e cultura romana, che si svolge fino al 18 settembre nel parco dell’Appia Antica e in altri luoghi di rilievo per il passato remoto della città. Teatro, musica, letteratura, danza, scene di vita quotidiana e militare, il tutto ricostruito con precisione filologica e pensato per divulgare conoscenze divertendo il pubblico. La rassegna –  organizzata da Basileia con PromoRoma e il sostegno dell’assessorato alle Politiche culturali e Centro storico e presentata da Giancarlo Cremonesi, presidente Camera di Commercio di Roma, e Federico Rocca, delegato di Roma Capitale ai rapporti con le istituzioni europee e i cittadini neocomunitari di Roma Capitale – vuole raccontare l’Urbe classica direttamente “dentro” la storia e gli ambienti dell’epoca. «Questa è la terza edizione – ha dichiarato Rocca – e all’inaugurazione sono intervenute circa cinquecento persone, a conferma del successo dell’iniziativa. Tanto che la nostra intenzione è riproporre i Ludi Romani nel circuito europeo».
Per facilitare il lavoro della macchina del tempo i curatori hanno scelto il più evocativo degli scenari: i complessi archeologici dell’Appia Antica come la villa di Massenzio, il mausoleo degli Equinozi, l’area dell’ex cartiera. Senza trascurare altre location emblematiche come l’Aventino, il tempio di Adriano e piazza di Spagna. In una delle aree archeologiche più prestigiose della città – il parco dell’Appia Antica – si muovono i protagonisti dell’epoca: soldati, senatori, matrone, schiavi e uomini comuni, impegnati a vivere e sopravvivere in una metropoli piena di contraddizioni. L’evento prevede delle interessanti “Lezioni di storia” presso il tempio di Adriano, la rievocazione della cerimonia sacra del “banchetto degli Dei” presso il mausoleo degli Equinozi, dimostrazioni di giochi, parate militari, danze romane, esercitazioni e laboratori didattici per adulti e bambini. I filoni di questi moderni Ludi Romani, emuli degli omonimi ludi dedicati a Giove, sono la musica, con ricostruzioni attendibili dei suoni e dei ritmi della Roma imperiale; la danza, per rivivere le movenze dell’arte coreutica classica; il teatro comico, per ripercorrere la scena romana dalle commedie Atellane alla satira contemporanea; la rievocazione storica, con la ri-creazione di una città romana in ogni dettaglio. E poi conferenze, didattica, giochi per bambini (naturalmente in tema).
Domenica 9 settembre c’è stato l’esordio al sepolcro di Priscilla, nel parco dell’Appia Antica: sono stati rievocati i Ludi Romani, giochi in onore di Giove Ottimo Massimo, e dunque la Roma monarchica. La giornata di giovedì prossimo, 13 settembre, è dedicata alla religione e ai culti, con la rievocazione dell’Epulum Iovis al mausoleo degli Equinozi, il solenne banchetto rituale di stato per il signore degli Dei. Il 15 e il 16 il culmine della rassegna nella villa di Massenzio: l’insediamento si trasformerà in una città d’epoca imperiale con i suoi mestieri, gli artigiani, le scuole (dove i bambini possono sperimentare vita, giochi, abbigliamento, sistemi di scrittura dei pueri), i sentieri da percorrere a cavallo. Nell’accampamento militare, con tende e macchine da guerra, la vita quotidiana dei legionari, le esercitazioni, le tattiche di guerra e anche un realistico scontro armato e i combattimenti dei gladiatori. Tutta l’area della villa di Massenzio diverrà una città di frontiera in cui mondo civile e militare contribuiranno a dare un’immagine, il più possibile realistica ma allo stesso tempo evocativa, della Roma imperiale. Non mancheranno momenti di incontro e dibattito con studiosi ed esperti, che si terranno presso il tempio di Adriano o la sede dell’Istituto nazionale studi romani onlus. Durante la giornata del 15 settembre verranno organizzati una serie di giochi ispirati agli antichi Iuvenalia in cui i ragazzi si sfideranno in prove di abilità, conoscenza, intelligenza inerenti il mondo romano. In serata il comico Antonio Giuliani si esibirà nello spettacolo “Roma ride”.