Poliziotto morto in Trentino, la solidarietà del Mosap

«Siamo costernati per la morte in Trentino del nostro caro e giovane collega Dino Macuglia trovato esanime in Val di Cembra. Alla giovane moglie, ai genitori e al fratello il nostro più sentito cordoglio e la vicinanza di tutto il sindacato di cui Dino era un nostro iscritto». Lo scrive, in una nota, il segretario generale del sindacato di Polizia Mosap, Fabio Conestà sulla morte dell’agente di Polizia della Polizia Stradale di Trento. «È stato un ottimo operatore, sempre disponibile così che nel 2017 ha ricevuto una nota di compiacimento per aver tratto in arresto un cittadino polacco destinatario di un mandato d’arresto europeo. Pochi giorni fa – continua il segretario generale del Mosap ricordando il collega scomparso – durante il servizio di vigilanza autostradale è intervenuto sul tentativo di suicidio di un dipendente della società autostrade del Brennero riuscendo a farlo desistere dall’insano gesto assistendolo psicologicamente con un duro lavoro di convincimento».

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica