Milano, paura in metro: studente aggredito da due nordafricani. Coltello alla gola e calci in testa: il racconto della vittima (video)

12 Feb 2024 19:10 - di Martino Della Costa
nordafricani

Paura a Milano, anzi nei sotterranei della metropolitana nella centralissima fermata Duomo, dove due giovani nordafricani hanno assalito e pestato uno studente 20enne nel tentativo di depredarlo. Dunque, ancora un’aggressione brutale che poteva finire in tragedia. E, ancora una volta, la rete della metro cittadina teatro di un’ennesimo tentativo di rapina che poteva finire nel sangue. E a denunciare ancora una volta da quella trincea urbana l’ultima violenza perpetrata nei meandri di corridoi e binari sotterranei, i social di Milano bella da Dio, la realtà Instagram nata nel 2019, che racconta attraverso gli occhi e il vissuto dei cittadini ciò che accade nella città e nei suoi dintorni. È dai suoi canali e dai suoi followers, allora, che arriva l’ultima denuncia di una realtà sociale sotto scacco, preda di malviventi e malintenzionati a caccia sistematica di vittime da rapinare, malmenare, sottomettere.

Milano, studente aggredito da due nordafricani nella metro, fermata Duomo

L’ultimo malcapitato di una lunga serie di protagonisti al centro delle denunce che questa sorta di giornalismo cittadino che fa da cassa di risonanza alle problematiche legate alla sicurezza che affliggono il capoluogo lombardo e le linee e gli snodi dei trasporti pubblici è Andrea, una studente universitario milanese di 20 anni, che nel pomeriggio di martedì 6 febbraio, dopo aver superato con successo un esame, mentre intorno alle 20.00 rincasava dopo aver festeggiato con i compagni di corso, si è ritrovato ad affrontare il pericolo e la paura di un tentativo di rapina messo in atto da due giovani nordafricani. I quali, a metà della scalinata che lo avrebbe condotto ai binari della fermata della Metro Duomo, lo hanno accerchiato. Bloccato. Trattenuto con la forza e, mentre uno dei due lo immobilizzava, l’altro gli puntava un coltello alla gola.

Gli aggressori gli puntano un coltello alla gola per rapinarlo, poi calci e pugni sulla nuca quando riesce a fuggire…

Andrea però non si perde d’animo, e forse proprio il terrore che i due speravano lo avrebbe immobilizzato, lo porta a reagire e a tentare la fuga dopo essersi divincolato dalla morsa dei suoi aggressori. I quali, a loro volta, non mollano la presa e, nonostante il giovane riesca a scappare, insistono a seguirlo e a colpirlo ripetutamente alla nuca con calci e pugni. La vittima cade per le scale. Si rialza e ricade. E alla fine di una fuga rocambolesca e di un inseguimento violento, i due aggressori nordafricani desistono. Ma i segni delle loro percosse restano impressi a suon di lividi e gonfiore sulle gambe e sulle braccia del 20enne assalito che, una volta raggiunta la banchina e richiamata l’attenzione di alcuni presenti, trascorrerà una notte in ospedale sotto osservazione e sporgerà denuncia ai carabinieri.

Sotto il video postato sull’account Instagram di “Milano Bella da Dio” con la testimonianza-denuncia dello studente 20enne aggredito nella metropolitana di Milano

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MilanoBellaDaDio® (@milanobelladadio)

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *