X

Senato, indignazione di FdI per le gravi parole di Lia Quartapelle: farnetica. Scontro in aula

Non si placa l’indignazione per le gravissime frasi pronunciate contro Giorgia Meloni e Fratelli d’Italia, nel corso di un’intervista all’Adnkronos, dalla parlamentare, Lia Quartapelle, responsabile Esteri del Pd e moglie dell’ex-delfino di Craxi, Claudio Martelli. Che ha osato sostenere l’esistenza di legami tra Fdi e l’internazionale di destra, finanziata dalla Russia.

A replicare a difesa di Giorgia Meloni, reduce dall’acclamato intervento in Andalusia, è il senatore di FdI Andrea De Bertoldi. Che, nel corso del suo intervento sul ddl Contratti tuona: “Quartapelle in Martelli ha usato parole come ‘rantolo’ per la Meloni. Sul dizionario – spiega – il rantolo è il respiro di chi sta per morire. Ha aggiunto, e magari ne risponderà di fronte alla legge, che quello che oggi è il primo partito farebbe parte di una internazionale finanziata dalla Russia”.

“Mi attendo – avverte – parole che chiariscano se le farneticazioni di Lia Quartapelle in Martelli

Advertising
appartengono al partito democratico“.

Parole che registrano la replica di Anna Rossomando, senatrice dem che fa da presidente d’Aula: “Bisogna attenersi all’ordine del giorno, parliamo di una parlamentare, poi, e le sottolineature sul coniuge e altro sono fuori luogo. Ha detto quello che voleva dire, ora si attenga all’ordine del giorno”, conclude Rossomando.

E al Senato sono scintille con il Pd che cerca di giustificare le gravi parole della Quartapelle.

Parla di linguaggio truce e di calunnie il senatore di Fratelli d’Italia, Lucio Malan.

Per Walter Rizzetto, deputato di Fratelli d’Italia, non c’è da stupirsi che la sinistra di questo Paese sia ancora più rancorosa e violenta. Evidentemente” la Quartapelle “ha ricevuto l’ordine e l’ha eseguito

”.

“Il segretario Letta dica chiaramente se condivide il pensiero del suo esponente”, incalza la deputata di Fratelli d’Italia, Carolina Varchi. Che ritiene le indegne parole della moglie di Martelli “frutto di una profonda invidia per il ruolo di Giorgia Meloni in Italia con FdI e in Europa con i Conservatori europei”.

“La sinistra – accusa Varchi

Advertising
Advertising
– prova a dare lezioni di moralità, di pari opportunità, stavolta anche di storia ma alla fine si infrange nel passaggio dalla teoria alla pratica: la Meloni è il leader di cui gli italiani hanno più fiducia”.

Secondo Mauro Rotelli, deputato di Fratelli d’Italia, “la peggior sinistra italiana si è incarnata nelle parole con cui Lia Quartapelle ha insultato il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni”.

”È quella sinistra, culturale e politica – osserva Rotelli – che non accetta il confronto dialettico, tantomeno quello elettorale. E che, a ogni successo della destra, come quello registrato da FdI alle ultime amministrative, sfodera il solito impolverato vocabolario antifascista”.

Esterrefatta, si dice Paola Frassinetti, “dai soliti stucchevoli riferimenti al passato” e dalla “ferocia con la quale Lia Quartapelle usa termini come “rantolo” e l’accusa rivolta a Fratelli d’Italia di appartenere ad una internazionale sostenuta e finanziata dalla Russia”.

“Se queste sono le reazioni di una parlamentare del Pd dopo l’affermazione elettorale di FdI alle amministrative – annota la vicepresidente della commissione Cultura della Camera – chissà cosa dovremo aspettarci in fatto di offese e menzogne con l’approssimarsi delle elezioni politiche”.

“Ne avevamo sentite finora di tutti i colori ma accusarci di essere finanziati dalla Russia – osserva il capogruppo di Fratelli d’Italia al Senato, Luca Ciriani – è una vera e propria bestialità su cui è bene che lo stesso segretario del Pd faccia chiarezza. La verità è che il Pd, ormai da un decennio al potere senza aver mai vinto le elezioni, è disperato perchè sente avvicinarsi il momento in cui gli italiani finalmente li manderanno a casa o all’opposizione”.

“Le dichiarazioni della responsabile Esteri del Pd, Lia Quartapelle, sono di una gravità inaudita. Al netto del solito armamentario ideologico carico di insulti, c’è – accusa il copresidente del gruppo Ecr- FdI al Parlamento europeo Raffaele Fitto – una dichiarazione in particolare che supera ogni limite: ‘questa internazionale di destra, sostenuta finanziariamente dalla Russia”.

Chiedo ad Enrico Letta di prendere le distanze e di far chiedere scusa a nome del suo partito a Quartapelle, diversamente, come già preannunciato da Giorgia Meloni, sarà inevitabile procedere per le vie legali”.

Advertising
Advertising