Nella notte la Russia sospenderà la fornitura di gas alla Polonia. E il prezzo sale di oltre il 6%

martedì 26 Aprile 21:04 - di Redazione
gas polonia

La Russia ha improvvisamente interrotto la fornitura di gas alla Polonia attraverso il gasdotto Yamal, l’arteria principale da cui dipende l’afflusso verso il Paese. Lo riferiscono media locali tra cui l’agenzia Onet e il canale radio Zet News. Entrambi – riporta il Corriere della Sera- citano fonti non ufficiali sia governative che dell’agenzia polacca dell’energia (Pgnig). La notizia si è diffusa come un’onda di allarme crescente, da Varsavia verso occidente. Ufficialmente lo stop alle forniture non è stato confermato. Anzi. Da Mosca l’agenzia Tass fa sapere che Gazprom non conferma la sospensione del flusso del gas russo. Ma chiede al governo di Varsavia di pagare entro oggi, martedì 26 aprile,  le forniture di gas russo rispettando la nuova procedura, che prevede l’uso del rublo.

Venerdì era scaduto l’ultimatum ai “paesi ostili”

Il sito polacco – dal canto suo – sottolinea anche che “i russi non hanno informato la parte polacca delle ragioni  dello stop alle forniture”. Stop reale o meno la prima conseguenza immediata sui mercati è che il prezzo del gas si è impennato.  Al Ttf il prezzo balza a 107 euro megawattora, per poi attestarsi sotto i 100 euro. Venerdì era scaduto l’ultimatum con il quale Putin aveva imposto ai cosiddetti «paesi ostili» il pagamenti delle forniture energetiche in rubli. Varsavia, allineandosi agli altri governi Ue, aveva deciso di rifiutare questa imposizione. La Polonia, dunque,  sarebbe il primo Paese a subire questa “vendetta”.

La polacca Pgnig ha rifiutato di pagare in rubli

Secondo i dati degli operatori europei di trasporto del gas, intorno alle 04:00 ora di Mosca il flusso di gas alla stazione di misurazione di Kondratki era a zero. In realtà c’era già stata un’interruzione: nella notte del 24 aprile- riporta Rai News-  il flusso si era interrotto ma poi era ripreso. Secondo il portale polacco Onet, che cita dati non ufficiali raccolti in ambienti governativi e della compagnia energetica Pgnig, la ragione è che la Russia ha sospeso le forniture dopo che venerdì scorso è scaduto il termine per pagare l’energia secondo il nuovo regime, ovvero con i rubli. La polacca Pgnig ha rifiutato di pagare le consegne di gas russo secondo la nuova procedura e in relazione a ciò, Pgnig ha affermato di aver ricevuto un avviso da Gazprom Export secondo cui le forniture di gas russo al paese “saranno completamente interrotte” alle 9:00 ora di Mosca (le 8:00 italiane) di domani, 27 aprile. La notizia è riportata da Interfax, che cita una nota dell’operatore polacco Pgnig.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *