Boldrini vuol cancellare i proverbi che scherzano sulle donne. Crosetto la punge: “E l’uomo di panza?”

lunedì 8 Novembre 10:11 - di Federica Parbuoni
boldrini

Un nuovo nemico da abbattere si aggiunge alla lista dei cultori del politicamente corretto e della cancel culture: i proverbi. A lanciare la campagna per eliminare dal nostro lessico buona parte di quella che una volta andava sotto il nome di “saggezza popolare” è stata Laura Boldrini. Promuovendo il suo libro Questo non è normale, l’ex presidente della Camera ha avvertito che certi proverbi riferiti alle donne proprio non si possono tollerare. E poiché, si sa, il popolo necessita di essere educato, di più, di muoversi pedissequamente sulla strada tracciata da chi sa sempre cosa sia bene e cosa male, Boldrini ha ritenuto anche di corredare il suo libro con «un elenco (di proverbi, ndr) da bandire per sempre».

Da Boldrini l’elenco dei proverbi «da bandire per sempre»

Non è una forzatura. Nel suo tweet Boldrini ha scritto esattamente così. «Altro che saggezza popolare! Qualcuno potrebbe anche riderci sopra, ma proverbi come questo sono il concentrato del sentire negativo sulle donne. Di detti analoghi sugli uomini non vi è traccia. Nel mio libro trovate un elenco da bandire per sempre», ha cinguettato l’ex presidente della Camera, a commento di una locandina in cui si cita il detto «donna ridarella, o santa o puttanella». 

L’ironia di Crosetto: «Grande, gross, ciula e baloss»

Certo, il proverbio – per altro ai più sconosciuto – non è di quelli particolarmente lusinghieri per le donne, ma l’effetto (tragi)comico della nuova crociata di Boldrini supera di gran lunga qualsiasi accento misogino si possa trovare nella nostra tradizione popolare. Lo stesso dibattito social scaturito dall’idea di «mettere al bando per sempre» certi detti è contrassegnato da note di spiccata ironia, che non mancano di sottolineare anche come nella materia esista una certa par condicio. «L’omo pe esse omo ha da puzzà», ha ricordato Laura. Guido Crosetto l’ha buttata un po’ sull’autoreferenziale: «Grande, gross, ciula e baloss», ha scritto, riproponendo la versione dialettale di «grande grosso e giuggiolone». «Vado avanti col body shaming?», ha poi sogghignato. «Che poi cosa è meno body shaming di “donna baffuta sempre piaciuta”?», ha rilanciato Luca Bizzarri, mentre Roberto ha citato l’immarcescibile «omo de panza, omo de sostanza».

L’invito a Boldrini: «E fattela ‘na risata, ogni tanto…»

In molti hanno poi spiegato che quello specifico proverbio citato da Boldrini non l’hanno mai sentito, mentre altri hanno rilanciato con detti più noti e anche un tantino più volgari. Più d’uno è arrivato anche a ipotizzare che «se l’è inventato lei», mentre altri hanno suggerito all’ex presidente della Camera di impiegare in maniera più proficua il proprio tempo. Fuor di perifrasi e andando nel concreto, gli invito sono stati a «trovarsi un lavoro» o farsi «vedere da uno bravo». O più semplicemente, come suggerito da Dani, «fattela ‘na risata, ogni tanto…».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *