Travaglio e Il Fatto ignorano la vittoria dell’Italia. Per forza: tifavano il Belgio e sono rimasti scornati

sabato 3 Luglio 11:41 - di Adele Sirocchi

La vittoria strepitosi dell’Italia sul Belgio che ha riportato il sorriso sulla bocca degli italiani ha oscurato i volti dei fan di Marco Travaglio. Il Fatto ignora il 2 a 1 degli azzurri. E non dedica oggi neanche una riga alla performance della nazionale. Solo un caso? No. Una scelta precisa.

La linea di Travaglio contro Figliuolo e l’Italia

Il Fatto da giorni insegue una sua linea del tutto minoritaria ma a suo modo coerente: silurare la campagna di vaccinazione facendo passare il generale Figliuolo per un personaggio macchiettistico e gufare l’Italia agli Europei perché di una eventuale vittoria della nostra Nazionale si avvantaggerebbe l’odiato governo Draghi.

L’articolo con cui Il Fatto si schierava col Belgio

Una tesi che Il Fatto ha messo nero su bianco, precisando di avere una preferenza proprio per i “diavoli rossi” del Belgio. “Non posso tifare Italia – scriveva Massimo Fini sul Fatto lo scorso 22 giugno  –  Non oso immaginare cosa succederebbe se vincesse gli Europei. Draghi si approprierebbe della vittoria come fecero nel 1982 il presidente Pertini e persino Giovanni Spadolini, premier, che non aveva mai visto un pallone in vita sua. Il generale Figliuolo, prendendo da Berlusconi (“il Milan vince perché adotta la filosofia della Fininvest”) direbbe che l’Italia vince perché adotta la sua logistica”. E confessava di tifare per il Belgio “perché vi gioca quello che, a parer mio e non solo mio, è oggi il miglior giocatore del mondo, Kevin De Bruyne”.

Il ridicolo commento di Enrico Letta

Più ridicolo del Fatto solo il commento di Enrico Letta: è stata una vittoria del collettivo. Ma c’era bisogno di rispolverare un vocabolario cripto-marxista per fare i complimenti alla Nazionale?

Gli azzurri hanno in ogni caso rifilato una sonora sberla ai tanti gufi che si annidano nella redazione di Travaglio. Che, costretta a dare notizia della prossima disputa dell’Italia a Wembley con la Spagna, non trova di meglio che evocare lo spettro del Covid e della variante Delta per rovinare la festa.  

Bartoletti: portate rispetto alla Nazionale

Milioni di italiani hanno invece festeggiato. E il loro pensiero è lo stesso del giornalista Marino Bartoletti: “Scrivo quello che avrei scritto indipendentemente dal risultato. Grazie ragazzi! Grazie Roberto! Forse è il caso di cominciare a sciacquarsi la bocca quando si parla di questa Nazionale nata dalle macerie: che merita solo affetto, ammirazione e rispetto”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *