Cacciari, legnata a Letta: “Ma cosa vuoi? Potevi fare a meno di entrare nel governo”

domenica 4 Luglio 11:24 - di Alberto Consoli
Letta Cacciari

Enrico Letta si fa umiliare anche da Massimo Cacciari. “Ma che cosa vuole?“. Il filosofo ha detto proprio così. Ospite di Stasera Italia, ha subito fatto intendere la sua poca stima nella tattica del segretario dem. La conduttrice Veronica Gentili intendeva far dialogare i suoi ospiti sulla “spine” nel fianco del governo Draghi: ossia l’implosione grillina che rischia di far vacillare l’esecutivo alla vigilia di importati appuntamenti. Ma l’ex sindaco di Venezia ha voluto chiarire che tra le “spine” di Draghi ce n’è un’altra, altrettanto pericolosa per il governo: ed è la rissa continua tra Matteo Salvini ed Enrico Letta. Soprattutto giudica incomprensibili le uscite con cui Letta continua a provocare il segretario della Lega, invitandolo a uscire dal governo: “La contraddizione politico-culturale mi pare evidente”, stigmatizza Cacciari.

Cacciari a Letta: “Se ritenevi inconciliabile Salvini perché…”

Appunto, Letta cosa vuole? E se se lo chiede Cacciari che il mondo della sinistra ben conosce, figurarsi gli altri che osservano. Alla sua maniera “esplosiva”, il filosofo commenta: “Se Letta riteneva inconciliabile un governo con Salvini, poteva fare a meno di entrarci. Saranno questioni di Draghi, è lui che ha fatto l’esecutivo e se ritiene che Salvini sia compatibile… A me sembra molto semplice, non capisco cosa voglia Letta. Salvini non mi pare abbia cambiato idea negli ultimi minuti…”. Chiaro il ragionamento. Il segretario del Pd sta vivendo un brutto incubo. Gli smottamenti del m5S con le varie “farse” statutarie allegate gli tolgono terreno sotto i piedi con cui affrontare gli appuntamenti di governo e la partita del Quirinale. Letta è criticato -sotterraneamente e non-  dai suoi e dalle 11 correnti che si porta in seno. Cosa gli rimane, se non guerreggiare con Salvini? Un gioco di rimessa: il “rivale” parla e lui fa il controcanto. Ecco il clima che si respira nel governo… La domanda di Cacciari è molto pertinente. Ma cosa vuoi?

Cacciari: “Ma Letta cosa vuole?”

L’ultima occasione per attaccare il centrodestra – Salvini in particolare – si è presentata a Letta con la firma del documento siglato da 16 partiti sovranisti: tra cui anche Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni in relazione all’idea di Europa per il futuro. Apriti cielo. “Non si può stare con Draghi ed Orban al tempo stesso”, ha tuonato Enrico Letta. Come se sottoscrivere valori fosse in automatico una guerra all’Europa e a Draghi. E’ evidente che il segretario Pd è in difficoltà. E ancora una volta gioca la carta dello spauracchio populista che si aggira per l’Europa.  Ma Cacciati gli fa intendere che schiantarsi ogni volta contro Salvini è ridicolo. Oltreché inutile. Per cui ottima la domanda nella sua semplicità: Enrico Letta che vuole

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *