X

Fico multitasking: ringrazia Conte, rassicura e liscia il pelo al governo. «Si apre fase storica»

La casa grillina brucia. E non è facile arginare le fiamme, tanto meno fare finta che dalle ceneri possa riemergere la speranza. Ci prova, goffamente, Roberto Fico. In un lungo post su Facebook che vorrebbe rassicurare i militanti e la base schifata dall’ingresso al governo. Arrabbiata per la gestione di tutta l’operazione da parte di Grillo e Casaleggio. Il presidente della Camera, ex esploratore fallito del Conte ter, tenta l’impossibile. 

Fico: capisco i malumori ma dovevamo farlo

“So che molti dei nostri attivisti e parlamentari sono delusi. Comprendo il malumore di chi non digerisce certe scelte. E di chi nutre perplessità rispetto a decisioni che appaiono in contrasto con il nostro percorso. Ma dobbiamo adottare un cambio di prospettiva drastico. Perché il momento lo richiede

Advertising
Advertising
“. Insomma, per il bene del paese (e del movimento) è arrivato il fatidico momento di turarsi il naso.

“Alla prova del governo – spiega Fico –  il movimento ha dovuto fare scelte difficili. Che sono sempre state fatte dagli iscritti tramite la piattaforma Rousseau. Lo ha fatto per portare avanti temi e realizzare punti di programma. Io stesso non ho nascosto un malessere rispetto ad alcune fasi e ad alcuni provvedimenti. Ma ho lavorato dall’interno con serietà e trasparenza a sostegno di una linea scelta insieme

Advertising
Advertising
“.

Per i 5Stelle è l’ora di turarsi il naso

Grillino antigovernativo, molto distante dall’aplomb ministeriale di Di Maio, invita a gettare il cuore oltre l’ostacolo. Fuor di retorica, cerca di silenziare la protesta montante nel nome di un fantomatico ideale. Per il quale vale la pena persino ritrovarsi al governo con l’uomo amico delle banche e gli odiati berluscones.

“Abbiamo un modo solo di andare avanti. Difendere le nostre conquiste e raggiungere gli obiettivi finora non realizzati. Migliorare quanto già ottenuto. E dobbiamo lavorare con spirito di abnegazione. Per portare il nostro Paese fuori da uno dei periodi più difficili della sua storia recente”. Quindi prova a ribaltare la narrazione corrente. E a dimostrare che, scava scava, malgrado le apparenze, i cavalli di battaglia pentastellati sono in cima all’agenda di Draghi.

Il presidente della Camera: i temi del movimento sono al centro

“La fase che si apre ora deve essere di costruzione, responsabilità, lungimiranza. E avrà al centro temi che sono cari al movimento. Ai meetup, che hanno contraddistinto l’impegno di tanti di noi in questi anni. Ssostenibilità, ambiente, beni comuni, transizione energetica. Il nuovo super ministero c’è”, scrive ancora Fico. “Avrà competenze e perimetro che prima non esistevano. Tutto ciò che riguarda l’energia confluirà nel ministero della Transizione ecologica, assieme all’ambiente. Un cambio di prospettiva storico.

Naturalmente non poteva mancare un ringraziamento all’ex premier. Una risorsa che ancora i 5Stelle non sanno bene come utilizzare. O bruciare. “Voglio ringraziare, di cuore, Giuseppe Conte. Ha lavorato al servizio del Paese, in momento difficile e complesso, con serietà, responsabilità, coraggio. Abbiamo fatto tanta strada insieme, e sono certo che continueremo a farne ancora“.

Advertising
Advertising