Il mistero buffo della Campania: ha più vaccinati (il 101%) che vaccini. I soliti bluff di De Luca?

lunedì 11 Gennaio 18:34 - di Luisa Perri
vaccini Campania

Da qualche ora rimbalza sui Social il dato singolare della Campania. Ha più vaccinati che vaccini consegnati. La quota 101 per cento ha scatenato i commenti ironici di molti utenti. Come è possibile, si sono chiesti in tanti, che su 67mila vaccini consegnati, vi siano oltre 68mila vaccinati. Un caso bizzarro, che ha trovato una prima risposta dallo staff del governatore Vincenzo De Luca.

La spiegazione resa in queste ore, che va presa con il beneficio di inventario, è piuttosto fantasiosa. Gli aggiornamenti del Ministero della Salute, infatti, parlano del 101% di dosi somministrate, ovvero più di quante ne erano disponibili. In realtà sembrerebbe si sia trattato di un errore.

Ieri il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, infatti, ha parlato, di una percentuale pari al 90%.

E’ arrivato intanto, nel primo pomeriggio il primo blocco della nuova spedizione in Campania dei vaccini Pfizer contro il Covid 19. La spedizione organizzata dalla struttura del commissario Domenico Arcuri prevede in totale 34.000 dosi di vaccino che saranno consegnate in tre fasi: oggi, domani e mercoledì.

La tabella delle Regioni e della percentuale di vaccinati

Vaccini in Campania: ecco cosa non torna

Una volta arrivate a Capodichino le confezioni dei vaccini, l’Unità di Crisi farà partire le spedizioni negli hub di vaccinazione della Campania per riprendere la somministrazione. Proprio ieri la Regione Campania aveva annunciato l’interruzione della campagna di vaccinazioni contro il Covid-19 dal momento che erano state esaurite tutte le scorte inviate alla regione

Al momento, infatti, la campagna vaccinale in Campania è ferma perché sono state somministrate 68.138 dosi di vaccino, il 101,7% delle 67.020 ricevute, una percentuale raggiunta grazie alla suddivisione in più dosi operata dai vaccinatori. La Campania, come specifica anche il governo sul sito web dei dati vaccinali, ha infatti diviso in diverse occasioni la boccetta del vaccino in sei dosi, come previsto anche dal protocollo Aifa. Una circostanza unica su tutto il pianeta. Nessuno finora, neppure gli israeiliani che hanno già vaccinato un quinto della cittadinanza, è riuscito a ottenere più vaccinati che vaccini. Miracolo di De Luca e delle Asl campane. La ripresa delle vaccinazioni a Napoli è prevista per mercoledì alla Mostra d’Oltremare.

Vaccini anche all’amante del medico

Intanto, a Napoli, spuntano i furbetti dei vaccini. Le autorità locali hanno smascherato circa quaranta persone in fila, senza averne diritto. Tra loro un noto avvocato. E’ stato il direttore generale dell’Asl Napoli 1, Ciro Verdoliva, a riconoscerlo e ad allontanarlo. “Mi ha dato tre risposte fasulle, prima che gli dicessi che l’avevo riconosciuto. Poi, hanno visto tutti come l’ho cacciato. Così qualcuno si rende conto che non deve venire a farmi fesso”, racconta il direttore generale della Asl. Allontanati, secondo quanto riporta Il Mattino, anche informatori medico-scientifici, personale non strutturato nelle case di cura convenzionate e cliniche private, medici in pensione, specialisti in buona fede. “C’è chi ha mandato mogli, fidanzate e figli, indicandoli come collaboratori dell’ambulatorio. Ma, senza contratto, non li abbiamo fatti passare”, spiega Fulvio Pavone, responsabile dei servizi informatici. “Ci hanno provato e hanno insistito. Strappato il foglio, li abbiamo fatti accompagnare alla porta”, aggiunge Verdoliva.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *